Games of Thrones 8, Trono di spade/ Anticipazioni finale: il destino di Daenerys

- Morgan K. Barraco

Games of Thrones 8, Il trono di spade: anticipazioni 27 maggio 2019. Daenerys è ancora convinta a portare avanti il suo piano, ma Jon decide di intervenire.

Daenerys Targaryen, Il trono di spade
Daenerys Targaryen (Emilia Clarke) nell'ottava stagione de "Il trono di spade" (ph. HBO)

IL TRONO DI SPADE 8, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella sua prima serata di oggi, lunedì 27 maggio 2019, Sky Atlantic trasmetterà in prima visione assoluta l’ultimo episodio de Il trono di spade 8. Sarà il sesto, dal titolo “Il trono di spade” e doppiato in italiano. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana: una volta scoperta la verità su Jon Snow (Kit Harrington), Varys (Conleth Hill) decide di fare la sua mossa ed avvisa subito i Sette Regni che è lui il vero Re del Nord. Sfrutta anche le lettere per sottolineare come Daenerys (Emilia Clarke) sia instabile e che sia il momento buono per distruggerla. Più tardi, Varys cerca di convincere Jon Snow che l’unica azione possibile per il bene di tutti sia assumere il comando del suo regno, ma si trova di fronte ad un muro. Tyrion (Peter Dinklage) invece avvisa Daenerys che l’eunuco sta complottando alle sue spalle: Varys viene condannato ad una morte atroce. La Regina però è ancora confusa sul proprio destino e coglie l’occasione per avvicinarsi ancora fisicamente a Jon Snow, che per la prima volta la rifiuta. Anzi, il legittimo erede le fa notare come la paura potrebbe compromettere l’obbiettivo comune di conquistare Westeros. Tyrion intuisce che Daenerys è senza controllo e che potrebbe incenerire in un istante Approdo del Re, anche di fronte alla resa evidente dei nemici. Durante il confronto, riesce per lo meno a strapparle un sì alla possibilità di fermarsi al suono delle campane. Più tardi, Tyrion raggiunge Jaime (Nikolaj Coster-Waldau) in cella e gli restituisce il favore, liberandolo dalle catene. Gli chiede anzi di raggiungere Approdo del Re per impedire che Cersei perda la vita durante l’attacco e gli suggerisce di cercare riparo ad Essos. Prima che la battaglia abbia inizio, Jamie, Arya (Maisie Williams) e il Mastino (Rory McCann) fanno il loro ingresso di nascosto. L’ex Cavaliere però non riesce ad entrare nella Fortezza Rossa in tempo: Daenerys e le fiamme di Drogon riescono ad eliminare la Flotta di Ferro, mentre Jon Snow e Verme Grigio (Jacob Anderson) guidano l’esercito nel cuore della città. Le campane vengono quindi suonate, ma Daenerys non ha ancora placato la sua sete di vendetta e continua a prendere di mira la popolazione. Il caos prende il sopravvento ed anche gli Immacolati e l’esercito del Nord non risparmiano nessuno. Prima di poter rivedere Cersei, Jaime sconfigge a duello Euron, mentre il Mastino convince Arya a risparmiare la vita della Regina. Sandor blocca poi la Montagna, Cersei e Qyburn (Anton Lesser), mentre quest’ultimo viene ucciso da Gregor (Hafþór Júlíus Björnsson). La Regina è ancora in fuga ed ha la possibilità di riabbracciare il fratello poco prima che entrambi, abbracciati, crollino con la Fortezza Rossa. Più tardi, Arya lascia Approdo del Re in sella ad un cavallo.

GAME OF THRONES: ANTICIPAZIONI DEL FINALE DI STAGIONE

EPISODIO 6, “IL TRONO DI SPADE” – Daenerys è pronta per festeggiare il nuovo successo e decide di assegnare il titolo di Maestro della Guerra a Verme Grigio. Tyrion però non ferma la sua rabbia per le morti di tanti innocenti provocate dalla vendetta della Regina, che di contro lo accusa di essere un traditore. Il Folletto finisce di nuovo in cella ed in occasione di una visita di Jon Snow riesce a convincerlo che Daenerys va fermata. La Regina è pronta a prendere il suo posto sul Trono di Spade, anche a costo di uccidere chiunque non accetterà il suo dominio. Con la scusa di un bacio, l’erede mette in atto il suo piano per fermarla. Diverse settimane dopo, Jon ha istituito un consiglio formato dai nobili dell’Occidente: stabilisce anche che il fratello riavrà la sua libertà. Non accetta però di salire al trono, mentre il Folletto propone che il regno venga affidato a Brandon. Qualcuno come Sam invece approfitta del momento per portare avanti la sua idea di un regime democratico, al contrario di Tyrion che vede nella monarchia l’unica scelta. I fratelli Stark sono quindi pronti a dividersi ancora una volta, impegnati in destini diversi. Arya non ha ancora abbandonato il suo sogno di scoprire che cosa si nasconde oltre il Nord ed è pronta a salpare a bordo di una nave per svelare il mistero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA