Garavaglia “Passaporto vaccinale fondamentale”/ “Estate? Apriamo e non si chiude più”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il ministro Garavaglia dice sì al passaporto vaccinale in vista dell’estate del 2021, quella che da molti è considerata la stagione della rinascita

Garavaglia e Salvini
Ministro del Turismo Massimo Garavaglia e il leader della Lega Matteo Salvini (LaPresse, 2021)

Il neo ministro del Turismo del governo Draghi, il leghista Massimo Garavaglia, spinge per il passaporto vaccinale. Secondo lo stesso esponente del governo, avere un pass dopo che ci si è sottoposti al vaccino anti-covid “è fondamentale”. Parole rilasciate nella giornata di ieri, in occasione di un’intervista con Tg2 Post, in cui lo stesso ministro ha specificato: “Sono già iniziate un po’ di prenotazioni dall’estero, dagli Stati Uniti, verso l’Italia, in particolare per chi è già vaccinato, quindi si sta muovendo un po’ tutto il settore su questo”.

Molti coloro che guardano all’estate 2021 come il vero periodo della rinascita per il Paese dopo un anno e mezzo di restrizioni, e sono tanti quelli convinti che il passaporto vaccinale possa essere la giusta soluzione: “Se pensiamo alla Sardegna – ha proseguito il ministro Garavaglia – a quello che è successo l’anno scorso, proprio il 31 di questo mese all’aeroporto di Olbia inaugurano il centro per i test, quindi si potrà andare in Sardegna in sicurezza, che è una sicurezza per i cittadini sardi ma è una sicurezza anche per i turisti. Questa è sicuramente una via”.

GARAVAGLIA: “FONDAMENTALE RIORGANIZZARE LE RIPARTENZE”

Il giornalista del Tg2 ha quindi chiesto al ministro Garavaglia se lo stesso immagina più un passaporto a livello nazionale o europeo: “Si sa che nel Consiglio europeo di domani (oggi ndr) si discuterà di questo – ha replicato l’esponente della Lega – e si arriverà a un documento definitivo con tutti i Paesi d’accordo. L’obiettivo è appunto quello, che si vada tutti insieme in modo che non ci siano vantaggi competitivi a vantaggio di uno e a scapito di un altro. Sicuramente quello che dobbiamo fare noi in Italia è accelerare ancora di più il piano di vaccinazione così non serviranno le isole Covid free a cui pensa la Grecia”. Garavaglia volge lo sguardo al futuro, sottolineando, come già spiegato in una recente intervista, quanto sia fondamentale programmare fin da ora la stagione estiva: “La cosa più importante da fare è riorganizzare le ripartenze, in modo che gli operatori si possano organizzare. Io sono fiducioso per questa estate: con l’estate ripartiremo, la novità rispetto all’anno scorso è che oltre al vaccino naturale della bella stagione c’è il vaccino vero. Questa estate si riapre per non chiudere più“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA