Gaudiano con “Polvere Da Sparo”/ Conquista la finale per Nuove proposte Sanremo 2021

- Paolo Vites

Chi è Gaudiano? Si presenta al Festival di Sanremo 2021, nella sezione nuove proposte, con il brano “Polvere da sparo”, scritta per il padre morto nel 2019 e conquista la finale

gaudiano sanremo 2021 prima serata 640x300
Gaudiano a Sanremo 2021

Gaudiano tra i primi finalisti delle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2021. Lui e Folcast superano, dunque, la prima semifinale. Amadeus e Fiorello hanno fatto un giro nella platea vuota in attesa della busta, che è arrivata con un carrellino, a cui dovremo abituarci in questa edizione del Festival e che darà vita a molte gag, poi i due conduttori hanno fatto i nomi dei due finalisti: nella busta anche il nome di Gaudiano, che dovrà giocarsi la vittoria nella serata di venerdì. Il testo, profondo e malinconico, è accompagnato da una melodia molto fresca, che quindi non appesantisce il senso della canzone, ma anzi le regala quel senso di rinascita e speranza.

Una scelta azzeccata, visto che Gaudiano ha convinto ed è riuscito a superare la prima semifinale. Ora deve concentrarsi sulla finale di venerdì, nella speranza di riuscire vincerla. (agg. di Silvana Palazzo)

Gaudiano a Sanremo 2021 prima esibizione Nuove proposte

Gaudiano rompe il ghiaccio al Festival di Sanremo 2021 con la sua “Polvere da sparo”. Lui il primo artista in assoluto ad esibirsi in gara, nel suo caso per le Nuove Proposte. Visibilmente emozionato, il giovane cantante non si è lasciato però sopraffare, portando a termine l’esibizione senza problemi. Senza dubbio è stata speciale, perché ha portato sul palco dell’Ariston quel suo sentimento di impotenza nei confronti del dolore per la morte del padre. Il suo brano racconta proprio questo. Per assurdo una canzone che non avrebbe mai voluto scrivere. Gaudiano, che pensava di non essere all’altezza del dolore, ha però trovato le parole giuste o forse sono state le parole a trovare lui.

Di fatto con la musica è riuscito ad esorcizzare questo trauma. La platea vuota comunque non lo ha destabilizzato, anzi probabilmente lo avrà aiutato a concentrarsi. (agg. di Silvana Palazzo)

Gaudiano a Sanremo 2021 tra le Nuove proposte

Scopriamo chi è Gaudiano (nome di battesimo Luca) cantante delle Nuove Proposte di Sanremo 2021 originario di Foggia. Nato nel 1991, comincia a interessarsi di musica quando il padre, oggi scomparso, a 15 anni gli regala una chitarra. Si sposta prima a Roma poi a Milano per approfondire lo studio e nel capoluogo lombardo conosce il produttore Francesco Cataldo. Entra nell’ambito dei musical tra cui Ghost tratto dall’omonimo e famoso film. Tra le altre partecipazioni ricordiamo il musical fashion show Men in Italy del 2019 che l’ha visto partecipare insieme ad artisti come Iva Zanicchi, Giovanna D’Angi, Jonathan Kash e Bianca Atzei. Lo scorso settembre pubblica il suo primo singolo co due brani, Le cose inutili, e Acqua per occhi rossi. A Sanremo Giovani ha presentato invece una canzone scritta per il padre, “Polvere da sparo“, grazie al quale ha preso parte a AmaSanremo conquistando un posto per il Festival di Sanremo 2021, nel quale eseguirà proprio “Polvere da sparo“.

Gaudiano a Sanremo 2021 con “Polvere da sparo”

La canzone di Gaudiano con la quale partecipa al Festival di Sanremo 2021 è una delicata ballata sostenuta dalla chitarra acustica, con la base ritmica che accelera in chiave elettro pop e infine decisamente dance. È evidente la sofferenza che il cantante esprime descrivendo la morte del padre nel testo di “Polvere da sparo. Notevole l’interpretazione vocale. Descrivendo la parabola della sofferenza, Gaudiano racconta il sentimento di impotenza davanti alla malattia; la rabbia che brucia dentro quando si comprende che non c’è più nulla da fare; il senso di solitudine di fronte al proprio lutto. È una canzone dell’assenza, che però fa spazio a qualcosa di nuovo: solo accettando questo, si può nascere una seconda volta e riconoscersi, dando un nuovo senso all’esistenza.

La musica diventa allora lo strumento attraverso il quale pronunciare il dolore ed esorcizzarlo: “Polvere da sparo è la canzone che non avrei mai voluto scrivere. Il 28 marzo 2019 è venuto a mancare il mio papà. E questa canzone è il prodotto di tutte le riflessioni che ancora oggi mi accompagnano e mi aiutano nella medicazione quotidiana di questa ferita. Credevo di non essere allʼaltezza del dolore che provo, invece poi ho trovato le parole o forse loro hanno trovato me”, ha detto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA