GEL DISINFETTANTE “ATTIVO SU CORONAVIRUS”/ Esiste da anni: complotto? No, la verità..

- Dario D'Angelo

Gel disinfettante per mani “attivo su coronavirus”: sui social si grida al complotto perché “esiste da anni”. Ma la verità è molto più semplice…

gel coronavirus 2020 twitter
Gel "attivo su coronavirus"

Gel disinfettante per mani. E rosso, in bella vista sulla confezione del prodotto, la dicitura “attivo su Coronavirus“. Ad alcuni utenti sui social è bastata vedere una foto per gridare al complotto, per pensare che dietro all’epidemia globale che sta creando non poche preoccupazioni in tutto il mondo vi fosse in realtà chissà quale disegno architettato dai potenti (magari “Illuminati”) di turno. Niente di più falso, ovviamente. Il gel igienizzante in questione, messo in commercio non solo nelle farmacie ma anche nelle stazioni di servizio, si chiama Primagel Plus e, come altri prodotti del genere, presenta un’efficacia antibatterica e consente la disinfezione delle mani in circa 15 secondi. Sì, direte voi, ma allora dove sta l’inghippo? Se è vero, e lo è, che questi prodotti esistono già da anni, come si spiega quella dicitura in evidenza “attivo su coronavirus”?

GEL DISINFETTANTE “ATTIVO SU CORONAVIRUS”: NESSUN COMPLOTTO…

Un colpo di fortuna? No, non è neanche questo. E di certo non trova fondamento la teoria del complotto secondo cui “avevano preparato tutto prima di creare il virus in laboratorio”. La verità è molto più…scientifica. Quello che infatti siamo soliti definire semplicemente “Coronavirus”, infatti, non è altro che un particolare ceppo della più grande famiglia di virus denominata “Coronavirus”. A questa famiglia apparteneva per esempio la Sars, che non a caso viene presa sempre più spesso a termine di paragone, ma anche altri ceppi più innocui che si traducono in banali raffreddori. Bisogna dunque distinguere: il gel disinfettante “attivo su coronavirus” si riferisce alla famiglia del virus di cui fa parte appunto il “nuovo Coronavirus” meglio noto come “COVID-19”. Insomma: nessun complotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA