GENNARO GATTUSO NUOVO ALLENATORE NAPOLI/ Ancelotti, il tweet da ex: “Grazie a tutti”

- Davide Giancristofaro Alberti

Gennaro Gattuso nuovo allenatore Napoli, esonerato Ancelotti. Verrà ufficializzato oggi lo sbarco di Ringhio a Castelvolturno

Gennaro Gattuso
Milan, Gennaro Gattuso (Foto: LaPresse)

Anche se nelle ultime ore si sono levate voci in disaccordo con la decisione del presidente De Laurentiis, non ultimo il sindaco Luigi de Magistris (che ha parlato di una mossa che potrebbe non portare serenità al club), all’appello mancavano le parole del diretto interessato dopo l’esonero da allenatore del Napoli. E nelle ultime ore anche Carlo Ancelotti, seppure con uno stringato tweet, ha detto la sua seguendo a ruota il figlio Davide che si era esposto prima di lui sui social network per salutare staff e tifosi partenopei. “Tutti i miei ringraziamenti al club, ai suoi dipendenti, ai miei giocatori, al mio staff e al presidente per l’opportunità che mi è stata data” ha scritto il tecnico emiliano col suo solito stile e aplomb, non sollevando polemiche e dando l’impressione che questa separazione si sia consumata in silenzio per volere di tutti, almeno fino a che non emergeranno alcune verità rimaste volutamente sotto traccia. Dopo aver parlato di “città meravigliosa”, l’oramai ex allenatore del Ciuccio ha concluso il suo cinguettio con un “Forza Napoli sempre” in maiuscolo che certo dimostra come per lui da una parte non vi sia acredine. E, ammesso ve ne sia, sarà il tempo a svelare alcuni retroscena mentre intanto il proscenio è riservato tutto al neo tecnico Gennaro Gattuso. (agg. di R. G. Flore)

SQUADRA GIA’ IN RITIRO IN VISTA DEL PARMA?

Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Napoli, e ha già preso “possesso” della rosa: ha infatti iniziato a dirigere il primo allenamento della squadra che, come dicevamo, è stato spostato nel primo pomeriggio per permettere al tecnico di raggiungere la città. Nel frattempo tanti giocatori della rosa hanno voluto ringraziare pubblicamente Carlo Ancelotti, come ormai da tradizione attraverso i social network, e il figlio Davide ha approfittato per spendere una parola per “tutti quei tifosi che ci hanno sostenuto sempre”. Tra le indiscrezioni che riguardano l’avvento di Gattuso, si parla anche della conferma del ritiro: la prima mossa del nuovo allenatore del Napoli dovrebbe essere quella di portare tutta la squadra a Castelvolturno, si dice che lo staff abbia già messo in preallarme la struttura che solitamente ospita i partenopei e dunque venerdì vedremo rosa e allenatore trasferirsi in ritiro per preparare la partita contro il Parma. Gattuso è già entrato nel presepe di Napoli, da queste parti qualcosa più che una semplice tradizione: lo ha ritratto Genny Di Virgilio che ha postato la propria creazione su Instagram. (agg. di Claudio Franceschini)

I RETROSCENA SU ANCELOTTI E GASPERINI

Si attende l’ufficialità di Gennaro Gattuso come nuovo allenatore del Napoli, e in queste ore stanno anche spuntando parecchi retroscena circa l’esonero di Carlo Ancelotti: si dice che, come del resto era già stato ipotizzato, che la rottura con l’ambiente – in particolare con i giocatori, nonostante la stima immutata – sia avvenuta dopo la famosa partita contro il Salisburgo, al termine della quale i calciatori del Napoli si sono rifiutati di tornare in ritiro lasciando di fatto Ancelotti, da solo, a seguire le direttive di Aurelio De Laurentiis e creando la frattura determinante. Tuttavia la crisi avrebbe radici più profonde: come riporta Gianluca Di Marzio di Sky Sport, in estate il presidente avrebbe provato a sondare il terreno per Gian Piero Gasperini, che avrebbe potuto lasciare l’Atalanta (ed era anche vicino alla Roma). Alla fine il piemontese è rimasto a Bergamo e la traccia è sfumata, ma questo ci dice che verosimilmente il patron del Napoli aveva già preso la decisione di cambiare allenatore; cosa che succede oggi con l’arrivo di Gennaro Gattuso, che probabilmente dovrà anche dire la sua circa i giocatori su cui fare ancora affidamento e quelli che già a gennaio potrebbero lasciare la squadra. (agg. di Claudio Franceschini)

GATTUSO NUOVO ALLENATORE NAPOLI: CONTRATTO DI SEI MESI ESTENDIBILE

Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Napoli: in attesa della firma che renderà ufficiale l’avvicendamento in panchina con Carlo Ancelotti – esonerato appena prima della mezzanotte di ieri – arrivano nuove indiscrezioni circa il contratto. Avevamo detto martedì pomeriggio che Gattuso avrebbe firmato per un anno e mezzo, mentre inizialmente si parlava di un accordo solo fino al termine della stagione in corso; ora invece sembra che Aurelio De Laurentiis sia tornato alla prima ipotesi, ovvero far firmare al suo nuovo allenatore un contratto di sei mesi. L’eventuale prolungamento su tutto il 2020-2021 avverrebbe in seguito, e solo sulla base di determinate condizioni: vale a dire, un sensibile miglioramento dei risultati come primo aspetto. Si mormora inoltre che Gattuso possa andare incontro ad un bonus non indifferente qualora dovesse far rientrare il Napoli nelle prime quattro squadre della Serie A, e dunque riportare i partenopei in Champions League; qui però siamo ancora nel campo ipotetico, intanto aspettiamo l’ufficialità e un annuncio circa la presentazione, a tutti gli effetti, di Gennaro Gattuso come nuovo allenatore del Napoli. (agg. di Claudio Franceschini)

OGGI POMERIGGIO IL PRIMO ALLENAMENTO

Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Napoli, e già oggi pomeriggio dirigerà il primo allenamento. Lo scrive la Gazzetta dello Sport, che riporta come inizialmente la ripresa dopo la partita contro il Genk era stata fissata per le 11 della mattina, ma è stata posticipata alle ore 14 per permettere a Gattuso, ancora a Milano, di raggiungere Napoli con un volo diretto. Inizia ufficialmente una nuova era in casa partenopea: ricordiamo che l’ex centrocampista non allena dalla scorsa stagione, quando aveva traghettato il Milan – sulla cui panchina si era seduto nel dicembre 2017, sostituendo Vincenzo Montella – ad un solo punto dalla Champions League. Da verificare quali siano gli obiettivi che la società ha fissato; facile intuire che il primo punto all’ordine del giorno sia quello di ritrovare la serenità nel gruppo e tornare a vincere, di rimando il Napoli ha quantomeno l’obbligo di correre per il quarto posto e confermarsi nella principale competizione europea anche per la prossima stagione. Intanto, c’è chiaramente curiosità sulle scelte di campo che Gattuso effettuerà; la prima partita ufficiale sarà quella contro il Parma. (agg. di Claudio Franceschini)

GATTUSO NUOVO ALLENATORE NAPOLI, ESONERATO ANCELOTTI

Tutto come previsto: il Napoli ha esonerato Carlo Ancelotti e a breve accoglierà Gennaro Gattuso. Nonostante la compagine partenopea abbia avuto la meglio sul Genk con il risultato di quattro reti a zero, centrando la conseguente qualificazione agli ottavi di Champions League (terza volta nella storia che succede per gli azzurri), la dirigenza ha deciso di sollevare dal suo incarico il tecnico di Reggiolo: “La Societa Sportiva Calcio Napoli – si legge su un breve comunicato diffuso subito dopo la partita – ha deciso di revocare l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra al signor Carlo Ancelotti. Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra la società, il suo presidente Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti”. Stando a quanto scrive Repubblica, si tratta formalmente di un esonero che nel giro di poche ore potrebbe trasformarsi in una risoluzione consensuale, di modo che il Napoli non debba continuare a pagare lo stipendio al buon Carletto.

GENNARO GATTUSO NUOVO ALLENATORE NAPOLI: ANCELOTTI AL’ARSENAL

Del resto pare che quest’ultimo sia di fatto già in parola con l’Arsenal, che un paio di settimane fa ha esonerato Emery affidando la panchina a Ljunberg, e di conseguenza si attende solo l’ufficialità affinchè la questione sia chiusa. Per chiudere definitivamente il cerchio mancherà però l’ultimo tassello, Gennaro Gattuso a Napoli. L’ex tecnico del Milan ha trovato l’accordo con De Laurentiis da qualche giorno a questa parte, un contratto fino al 30 giugno del 2021, praticamente di un anno e mezzo, con ingaggio da 2.6 milioni di euro netti a stagione più maxi premio finale in caso di qualifica alla prossima Champions League. Ringhio è atteso stamane a Napoli poi nel pomeriggio dovrebbe dirigere il primo allenamento in quel di Castel Volturno. ADL avrebbe preferito un contratto semestrale, ma Gattuso ha comunque fatto capire che nel caso in cui il semestre dovesse mettersi male, a fine campionato farà le valigie. La trattativa fra il Napoli e l’ex rossonero è decollata a inizio settimana, indicativamente subito dopo il pareggio con l’Udinese, ma prima, lo stesso Ringhio, aveva avvisato Ancelotti: i due sono amici da una vita, glielo doveva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA