Germania, boom contagi Covid: 28mila in 24 ore/ 130,2 casi ogni 100mila abitanti

- Alessandro Nidi

Germania, casi Covid in nuovo aumento, ma la politica va verso la fine dello stato d’emergenza: i dati dicono +12mila positivi quotidiani in una settimana

coronavirus germania 1 lapresse1280 640x300
Trasposto di un malato affetto da Covid-19 in Germania (LaPresse)

In Germania prosegue l’aumento dei contagi da Covid: lo rivelano le agenzie stampa, che spiegano che il Robert Koch Institut nelle ultime 24 ore ha registrato 28.037 nuovi casi di Coronavirus registrati in 24 ore in Germania. Per avere un termine di paragone statistico, soltanto una settimana fa i contagi quotidiani si attestavano a quota 16mila. Inoltre, l’incidenza per 100mila abitanti su 7 giorni è giunta a 130,2 (sette giorni fa era a 85,6). I morti nelle ultime 24 ore sono stati 126, contro i 67 di una settimana fa. Anche il tasso di ospedalizzazione è salito a 3,31 su 100mila abitanti.

Tuttavia, scrive l’agenzia stampa Adnkronos, malgrado l’incremento dei casi “i partiti che negoziano la nascita di una nuova coalizione di governo in Germania si sono pronunciati ieri a favore della fine dello stato di emergenza dichiarato per la pandemia e in scadenza il prossimo 24 novembre, se non ulteriormente prorogato. I tre partiti, Spd, Verdi, Fdp, vogliono definire un nuovo quadro legale per un periodo successivo al 24 novembre e che si protrarrà fino al 20 marzo 2022″.

GERMANIA, CONTAGI COVID TORNANO A SALIRE E A FARE PAURA: SI VA PERÒ VERSO LA FINE DELLO STATO D’EMERGENZA

In Germania, pertanto, continua Adnkronos, “in base alle nuove disposizioni i singoli Laender potranno continuare ad imporre misure ‘meno invasive’ quali l’uso di mascherine o Green Pass per l’accesso a determinate strutture e il distanziamento sociale ma non misure più ampie come la chiusura di aziende e scuole, il coprifuoco o restrizioni nei contatti”.

A giudizio di Dirk Wiese, vicepresidente del gruppo parlamentare del partito socialdemocratico, “malgrado l’attuale aumento dei contagi, la situazione è diversa da agosto, in considerazione del numero di persone vaccinate, e pertanto non esiste più una grave minaccia alla salute in Germania”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA