Gerry Scotti/ “Voglio conoscere la figlia di mia nipote Virginia…” (Verissimo)

- Rossella Pastore

Gerry Scotti ospite a Verissimo: dal 29 marzo, il celebre conduttore sarà nuovamente affiancato da Michelle Hunziker a Striscia la notizia.

Gerry Scotti nello studio di ‘Verissimo’
Gerry Scotti ospite nel salotto di Silvia Toffanin

Gerry Scotti, al settimo cielo per la nascita della nipotina Virginia, arriva nello studio di Verissimo con una carrozzina per riproporre al pubblico di canale 5 la sua prima passeggiata al parco con la nipotina. Essere nonno è meraviglioso per il conduttore che non nasconde l’emozione che prova nell’essere nonno. “Si chiama come me e ho l’impressione che riconosca la voce del nonno”, ammette Gerry. Il conduttore, pensando al futuro, svela poi di avere un sogno. “Scaramanticamente, voglio conoscere anche la figlia di Virginia”, ammette il conduttore. “Se imita Michelle Hunziker che ha avuto la prima figlia a 20 anni ci sono buone possibilità”, commenta Silvia Toffanin. Gerry, poi, ricordando il primo incontro con la Hunziker avvenuto quando la conduttrice aveva solo 17 anni, aggiunge: “Ho visto nascere tutte le sue figlie” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Gerry Scotti e l’amicizia con Michelle Hunziker

È da poco tornato a condurre Striscia la notizia, Gerry Scotti, una delle personalità più prorompenti (nonché preminenti) del piccolo schermo e in particolare delle reti Mediaset, di cui è uno dei volti più apprezzati. Proprio su Canale 5, questo pomeriggio, Gerry sarà ospite della nuova puntata di Verissimo, il talk show di Silvia Toffanin in onda oggi a partire dalle 15.30. Per un breve periodo, dall’8 marzo fino a ieri, è stata Francesca Manzini ad affiancarlo dietro al bancone di Striscia, ma ora la Manzini è già pronta a cedere il passo a una sostituta d’eccezione: Michelle Hunziker. Insieme, i due hanno già condotto 144 puntate, anche se la ‘carriera’ di Gerry in questo senso è relativamente più lunga: “Le mie sono 300 puntate, ma sono spalmate nell’arco di 25 anni. Ho fatto in tempo ad andare in onda dai sotterranei degli studi di Milano 2 con Franco Oppini e Gene Gnocchi. Ho fatto una puntata con Mike Bongiorno; una volta che Enzo Iacchetti era impegnato in teatro mi chiamò Antonio Ricci il mattino e il pomeriggio ero già lì con Ezio Greggio; quando Michelle aveva le doglie, invece di correre all’ospedale sono corso a Striscia. Insomma, sono stato utilizzato un po’ come un pompiere”.

Gerry Scotti e il ritorno a Striscia di Michelle Hunziker

Tra l’altro, Gerry Scotti e Michelle Hunziker hanno condiviso la conduzione anche durante il primo lockdown, e sono stati proprio loro a fare appello a Ricci e a Pier Silvio Berlusconi perché il programma andasse avanti: “Ringraziavamo il cielo tutti i giorni di poter vivere quei momenti insieme, era uno svago per la nostra mente, essendo come tutti preoccupati per quello che stava accadendo ed eravamo felici di poter alleggerire il fardello degli italiani”, spiga Michelle, nell’intervista di copertina di Tv Sorrisi e Canzoni dedicata proprio al suo ritorno a Striscia. In quell’occasione, furono tutti concordi nel continuare le trasmissioni anche (e soprattutto) in quel periodo difficile. “Striscia fu catalogata come servizio necessario per fare compagnia alla gente”, ricorda ancora Gerry.

Gerry Scotti sul rapporto con le colleghe

In ogni caso – che sia Francesca o Michelle –, Gerry Scotti è sempre contento di avere una donna al suo fianco: “Il programma ha un papà, che è Antonio Ricci, ma Striscia è femmina e la Notizia pure: nella squadra di lavoro ci sono tante donne bravissime”, fa sapere il conduttore. Sempre su Sorrisi, Gerry ha voluto parlare del suo rapporto con le sue due compagne di viaggio. Di Francesca, in particolare, dice: “È un fiume in piena, ha un’energia contagiosa. Sul lavoro questa è una cosa importante e fa piacere anche a una vecchia volpe della tv come me. Ogni giorno lei arriva con dieci proposte. Ricci, gli autori e io gliene bocciamo otto, ma le due che restano le fa benissimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA