“Gerusalemme capitale di Israele” al quiz L’Eredità/ Tribunale ordina la rettifica

- Anna Montesano

L’Eredità dovrà correggersi sulla risposta data su Gerusalemme. Lo ha deciso il Tribunale di Roma, dopo l’intervento di alcune associazioni

Flavio Insinna a Il Cantante Mascherato

Risale allo scorso maggio l’accesa polemica nata dopo una puntata de L’Eredità che si è però protratta sino ad oggi con nuove conseguenze. Tutto è nato nell’appuntamento del 21 maggio, quando una concorrente del quiz, alla domanda posta da Flavio Insinna su quale fosse la capitale d’Israele, aveva risposto Tel Aviv. La risposta è stata data per sbagliata, replicando dunque che quella esatta fosse invece Gerusalemme. Tuttavia non può essere affermato sul piano internazionale che sia la capitale di Israele, a maggior ragione è errato dirlo in TV. Da qui è partita la polemica, che ha scatenato anche veri e propri presidi fuori dalla sede di Viale Mazzini a Roma affinché arrivasse la rettifica e le scuse da parte della televisione pubblica. La risposta di Insinna è arrivata il 5 giugno ma non è servita a placare le polemiche e l’associazione benefica di solidarietà con il popolo Palestinese e l’associazione Palestinesi, che si sono rivolte avvocati Dario Rossi di Genova e Fausto Gianelli di Modena.

Giudice chiede alla Rai la rettifica alla Rai

“Ci si può ritrovare involontariamente al centro di una controversia che chiama in causa vicende sulle quali non spetta certo a un gioco come il nostro intervenire.” ha dichiarato Flavio Insinna lo scorso 5 giugno, “Sulla questione però esistono posizioni diverse. Alla luce di ciò riteniamo di non dover entrare, noi che non abbiamo titolo, in una disputa così delicata. Ci scusiamo per averla involontariamente evocata”. Una dichiarazione che però gli avvocati non hanno ritenuto sufficiente. Ecco perché si sono rivolti direttamente al giudice, che ora ha ordinato una rettifica in cui verrà dichiarato che “il diritto internazionale non riconosce Gerusalemme quale capitale dello Stato di Israele”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA