Gessica Notaro: “Farò un trapianto di cornea”/ “Un bambino mi sconvolse chiedendo…”

- Alessandro Nidi

Gessica Notaro a “Cartabianca” è tornata a parlare dell’aggressione con l’acido subita dall’ex fidanzato, Edson Tavares, rivelando anche le sue condizioni di salute

Gessica Notaro 640x300
Gessica Notaro (Cartabianca, 2021)

Gessica Notaro, vittima di un’aggressione al volto con l’acido da parte del suo ex fidanzato, Edson Tavares, è intervenuta nella serata di martedì 8 giugno 2021 ai microfoni di “Cartabianca”, trasmissione condotta da Bianca Berlinguer e in onda su Rai Tre. L’ex concorrente di “Ballando con le Stelle” ha avviato il proprio intervento dicendosi felice, perché le condizioni del suo viso stanno progressivamente migliorando: “Si iniziano a vedere i primi passi per la guarigione e si comincia a parlare di chirurgia estetica e non più plastica. Personalmente ci ho sempre creduto, ho visualizzato costantemente nel tempo il mio viso guarito”.

Il prossimo step, tuttavia, riguarderà l’occhio sinistro, attualmente coperto da una benda: Gessica Notaro dovrà essere operata. “Sto aspettando di sottopormi al trapianto di cornea, anche se in realtà sta a me decidere quando farlo – ha spiegato -. I medici mi hanno detto che più tempo aspetto meglio è, per un discorso connesso alla rigenerazione dei tessuti. Forse  deciderò di effettuarlo l’anno prossimo, vedremo”.

GESSICA NOTARO: “TAVARES NON SI È MAI PENTITO. PERDONARLO? IO…”

Gessica Notaro è poi tornata sull’episodio di cronaca che l’ha vista sventurata protagonista, rammentando che una vicenda del genere può coinvolgere anche la donna più forte, in quanto, se in quel momento vive una fragilità, diventa vulnerabile. “La donna forte è una preda prelibata per il narcisista maligno, perché è fonte di approvvigionamento narcisistico per nutrire l’ego”, ha asserito la ragazza, ricordando come il suo ex fidanzato, Tavares, non avesse mai alzato le mani su di lei, perpetrandole violenza unicamente in via psicologica. Per otto mesi, prima dell’aggressione, Gessica Notaro indossava il casco integrale nel tratto tra il parcheggio e la sua abitazione, perché, dopo lo stalking reiterato, ha capito che quell’uomo le avrebbe fatto del male. Le diceva: “Ti rovinerò la vita senza toccarti con un dito”. A un certo punto, però, “mi sono sentita stupida e ho smesso di indossare il casco: è stato in quel momento che lui mi ha colpito. Mai abbassare le difese quando c’è silenzio, perché quella è la quiete prima della tempesta”. Perdonare il suo ex è possibile? Gessica Notaro ha sottolineato che gliel’ha chiesto anche un bambino che frequenta le scuole elementari (“Mi ha sconvolto”) e che è difficile perdonare se non si manifesta pentimento dall’altra parte. Tavares ribadisce di non avere fatto niente perché “dovrebbe fare i conti con il suo senso di vergogna, non di colpa. Diventa difficile per me pensare al perdono, lo farei solamente per me stessa. Probabilmente arriverà quel momento, ma sarà solo ed esclusivamente per riuscire ad andare avanti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA