GETTA ACIDO SUL MARITO, TERRORE A BRINDISI/ 52enne in prognosi riservata

- Fabio Belli

Getta acido sul marito, terrore a Brindisi. 52enne in prognosi riservata, l’uomo aggredito dalla moglie mentre si trovava all’interno della sua automobile.

ambulanza roma via cristoforo colombo incidente lapresse 2019 640x300
Immagine di repertorio (LaPresse)

Paura a Brindisi, nel quartiere Commenda, nel pomeriggio di lunedì 3 agosto: una donna ha versato acido addosso al marito che ha riportato gravi ustioni alle braccia, alle gambe e su altre parti del corpo, ed è attualmente ricoverato in ospedale in prognosi riservata. L’uomo, un 52enne, era seduto sul sedile del guidatore di una Fiat 500 parcheggiata di fronte a un negozio di casalinghi al cui interno ha cercato riparo, subito dopo l’aggressione subita a causa di una lite con la moglie che non ha esitato a gettare addosso al coniuge dell’acido muriatico, con gravi conseguenze che sono apparse immediatamente chiare. Non è ancora stato chiarito però quale fosse il motivo della lite che ha portato la donna a compiere il folle gesto, anche perché l’acido ha colpito il 52enne in molte parti del corpo, rendendo immediatamente necessari i soccorsi.

I SOCCORSI DEI PASSANTI E IL RICOVERO IN OSPEDALE

I soccorritori della vittima hanno chiamato il 118 e le forze dell’ordine. Il 52enne ha attirato infatti l’attenzione di molte persone, fra passanti e clienti delle attività commerciali della zona, che si sono prodigate per provare ad aiutarlo dopo averlo sentito urlare: “Aiutatemi sto bruciando, datemi l’acqua“. In attesa dell’arrivo dell’ambulanza i passanti hanno cercato di limitare le bruciature dell’acido con delle bottiglie di acqua minerale che gli sono state versate addosso. A bloccare la moglie nei pressi dell’automobile dove è avvenuta l’aggressione è stato un ispettore in borghese della Digos arrivato sul posto. La donna non ha opposto resistenza mentre il marito è stato trasferito in codice rosso presso l’ospedale Perrino di Brindisi, con ustioni sull’ottanta per cento del corpo, ricoverato nel reparto Grandi ustionati, in prognosi riservata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA