GHEMON/ Henna di Lucio Dalla in versione rap, ecco la reazione del pubblico

- Morgan K. Barraco

Ghemon, foto: l’artista con il nuovo album “Scritto nelle stelle” è secondo nella classifica FIMI e primo in quella dei vinili.

ghemon domenica in 640x300
Ghemon

Ghemon rielabora il brano Henna di Lucio Dalla, riproponendola in versione rap nello speciale di Una Storia da Cantare nello speciale di Raiuno. Enrico Ruggeri, il conduttore del programma, intervista brevemente l’artista, che motiva così la sua scelta sul brano Henna: “Ho deciso di cantare Henna e ho pensato che fosse molto attuale come pezzo. Andava riproposto”. La prima parte è fedele all’originale, dal ritornello Ghemon integra la sua carica rap. Sui social pareri discordanti sulla sua reinterpretazione, chiaramente molto lontana da quella di Lucio Dalla. Ma Ghemon d’altra parte ha tutto un altro stile ma in modo originale porge il suo omaggio all’artista bolognese. L’auditorium di Napoli sembra gradire e lo tributa con un applauso. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Ghemon, che accoglienza a Riccione!

Ghemon è reduce dalla serata a Riccione, affrontata grazie a Deejay On Stage. Il palco lo ha accolto con un live imperdibile, in cui l’artista ha spaziato fra le sue canzoni più recenti. Un temporale e Rose viola, ma anche Scritto nelle stelle, estratto dal suo ultimo album omonimo e pubblicato con la Carosello Records. A tre anni di distanza dal precedente disco Mezzanotte, Ghemon si è rimesso in pista e ha conquistato il secondo posto degli album più venduti nella classifica FIMI, al primo per la classifica vinili. “Concettualmente Mezzanotte raccontava di una visione notturna“, ha detto di recente a Esquire, “quindi leggermente più offuscata e poco chiara di ciò che mi circondava. Sicuramente quello che vedo ora è più chiaro perchè non sono più nello scantinato, ma sono su un palazzo che mi permette di avere una vista più ampia e privilegiata. posso dire di aver scalato la mia montagna personale?”. Nei giorni scorsi, Ghemon ha rivelato anche un altro dettaglio della sua vita privata e soprattutto di una delle sue passioni: collezionare scarpe sportive. In un lungo post su Instagram, l’artista rivela di aver iniziato il suo hobby grazie al prototipo che Michael Jordan ha indossato per la prima volta e che gli è costata la multa e il ban da parte della NBA. “La scarpa che si è trasformata nella Jordan 1 e ha dato vita a una saga che ha cambiato la cultura sportiva e pop”, sottolinea, “il pezzo che mancava alla mia collezione e adesso che è fuori dagli archivi, è finalmente nelle mie mani (non toccherà terra)”. Clicca qui per leggere il post di Ghemon.

Ghemon, un calendario fitto di appuntamenti

Il calendario di concerti di Ghemon si è rivelato più impegnativo del solito. Soprattutto se si considera che ad inizio mese l’artista ha deciso di aggiungere altre tre tappe, a cui se ne aggiungeranno presto delle altre. Nei giorni scorsi è stato al Locus Festival di Locorotondo, in provincia di Bari, mentre nei prossimi giorni lo vedremo a Lugano (23 agosto), Milano (31 agosto), Roma, (12 settembre) e il giorno successivo ad Ancona. Oggi, sabato 15 agosto 2020, Ghemon sarà inoltre uno degli ospiti che vedremo a Una storia da cantare, in replica su Rai 1. Il rapper interpreterà in questa parentesi Henna, il brano che il cantautore bolognese ha pubblicato nel ’93 in occasione del disco omonimo. Il successo è stato tale che lo scorso luglio l’artista ha diffuso il video del brano Solo per me (Henna), vincitore della prima Reidenza Artistica realizzata dalla Fondazione del cantante scomparso. Il regista Alessandro Amante aveva già rivelato lo scorso novembre di voler realizzare una clip della cover di Ghemon, con l’intenzione di proiettarlo il 4 marzo successivo, in occasione del compleanno di Dalla.

Foto, la scarpa da cui è partito tutto



© RIPRODUZIONE RISERVATA