Giampaolo nuovo allenatore Milan/ I rossoneri hanno scelto: pronto un triennale

- Claudio Franceschini

Marco Giampaolo nuovo allenatore del Milan: i rossoneri sembrano aver scelto il loro tecnico, l’ex della Sampdoria firmerà un contratto triennale dopo essersi liberato dai blucerchiati.

giampaolo milan
Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria (foto da Twitter)

Marco Giampaolo sarà il nuovo allenatore del Milan: questo almeno quanto filtra dalla redazione di TuttoMercatoweb, secondo la quale il nativo di Bellinzona sarebbe pronto a firmare un contratto di tre anni con ingaggio da due milioni a stagione. Dunque sarà vinta la concorrenza, che non era certo scarsa: in primis quella di Simone Inzaghi, che nei giorni scorsi è stato presentato come il primo candidato alla panchina lasciata libera da Gennaro Gattuso ma che potrebbe avere qualche problema nel liberarsi dalla Lazio, e che dunque avrebbe allungato i tempi e forse anche aumentato le spese. La pista estera a dirla tutta ha sempre convinto poco: Leonardo Jardim era legato all’arrivo di Luis Campos, ma il direttore sportivo del Milan sarà Paolo Maldini che dovrebbe accettare l’incarico propostogli da Ivan Gazidis. Nuno Espirito Santo era più che altro una suggestione e una possibile idea di Jorge Mendes, per quanto riguarda gli altri (per esempio Roberto De Zerbi), la società rossonera vuole un allenatore bravo a lavorare con i giovani ma anche con una certa dose di esperienza. Giampaolo sembra corrispondere a questo identikit: aspettiamo dunque novità concrete.

GIAMPAOLO NUOVO ALLENATORE DEL MILAN?

Marco Giampaolo sarà dunque il nuovo allenatore del Milan: come Massimiliano Allegri e Gian Piero Gasperini, anche lui è uno dei discepoli di Giovanni Galeone con cui ha lavorato brevemente a Pescara, prima di lanciarsi ad Ascoli dove era assistente di Massimo Silva (in quel periodo fu squalificato perchè sprovvisto del patentino di prima categoria). L’affermazione a Cagliari, poi anche Siena e Catania prima di “sparire” per un certo periodo: a Brescia, il tecnico era stato contestato dalla tifoseria e non si era presentato agli allenamenti. Dopo la grande stagione con l’Empoli, dove è riuscito a fare più punti di Maurizio Sarri, è arrivata la chiamata della Sampdoria: tre stagioni ottime sul piano del gioco e della crescita della squadra, ma purtroppo mai oltre il nono posto con calo sensibile nel girone di ritorno, quando i blucerchiati avrebbero potuto assaltare l’Europa. Già prima che terminasse questo campionato Giampaolo aveva più o meno lasciato intendere che non sarebbe rimasto a Genova; ora sta per iniziare la sua avventura con il Milan.



© RIPRODUZIONE RISERVATA