Gianluca De Matteis, lite con Dalila a Uomini e Donne/ “Gabriella sul piedistallo…”

- Stella Dibenedetto

Gianluca De Matteis litiga con la corteggiatrice Dalila a Uomini e Donne: “Hai messo Gabriella su un piedistallo e non hai detto che t’interessavo”.

gianluca de matteis min 640x300
Gianluca De Matteis, aspirante tronista Uomini e Donne

Non c’è pace per Gianluca De Matteis. Il tronista di Uomini e Donne non riesce a trovare una corteggiatrice che lo coinvolga totalmente al punto da instaurare un rapporto importante. Dopo la decisione di Gabriella Maglione di lasciare definitivamente il programma non provando più interesse nei suoi confronti, Gianluca sta conoscendo Dalila, una ragazza che era candidata al trono e che ha scelto di corteggiarlo dopo averlo visto a casa. Molto presa dal tronista romano, Dalila ha scelto di mettersi in gioco. L’arrivo di Dalila ha fatto piacere a Gianluca che conferma di volerla conoscere, pur non dando l’esclusiva a nessuno. Dopo una bella esterna, in studio, tra Gianluca e Dalila scoppia una discussione che porta Gianni Sperti e Armando Incarnato a schierarsi con lei.

DALILA ATTACCA GIANLUCA DE MATTEIS: IL TRONISTA IN DIFFICOLTA’

Dalila conferma di essere molto interessata a Gianluca “A me lui piace, ma l’altra volta, durante il confronto con Gabriella, lui non ha detto una parola su di me. Lei ha insinuato che lui sia interessato solo a lei e lui non ha detto niente. Io resto solo se lui è disposto a mettersi in gioco dandomi dimostrazioni, anche piccole”, spiega la corteggiatrice. Gianni Sperti dà ragione a Dalila accusando il tronista di essere troppo superficiale. “Lui pensa a casa a quello da dire qui. A lui l’interesse passa in pochi giorni”, commenta Armando Incarnato che tira nuovamente fuori il discorso Lucrezia Comanducci. “Sei uno che porti rancore perchè hai tirato fuori il discorso Lucrezia dopo un mese. Ora ti piace Marianna che è venuta per tutti e due?”, chiede il cavaliere napoletano. Gianluca ammette di voler conoscere Marianna cercando di non cadere nella provocazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA