Gigi D’Alessio/ “Ho frequentato fino alla terza media, poi solo musica…'”

- Emanuele Ambrosio

Gigi D’Alessio è pronto per una nuova puntata di 20 anni che siamo italiani, lo show del venerdì sera su Rai1: “Io e Vanessa ci stiamo divertendo”

Gigi D’Alessio
Il cantante Gigi D’Alessio

Gigi D’Alessio torna in tv per la terza puntata di “20 anni che siamo italiani“, lo show del venerdì sera di Raiuno condotto con l’attrice e modella Vanessa Incontrada. Una co-conduzione che ha riscontrato un ottimo successo sia da parte del pubblico che della critica; un’esperienza che il cantautore napoletano ha raccontato con grandissimo entusiasmo dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni. “Io e Vanessa ci stiamo divertendo, e quando hai la partner giusta diventa tutto più facile e naturale” ha detto D’Alessio parlando del rapporto con la Incontrada con cui il giorno dopo la prima puntata ha commentato così: ” quando sono usciti gli ascolti l’ho chiamata per complimentarmi. Era al supermercato a fare la spesa… la sua forza è questa: la normalità”. Un rapporto sincero e genuino quello nato tra D’Alessio e la Incontrada e con l’avvicinarsi del Natale il cantante non ha alcun dubbio: “per Natale le regalerei n viaggio a lei e alla sua famiglia perché so che cosa significa stare tanto lontano dai figli e dal marito”.

Gigi D’Alessio: “Vasco mi ha detto sei troppo forte, lui è il numero uno!”

20 anni che siamo italiani ha mostrato al grande pubblico che Gigi D’Alessio non è solo un cantautore, ma anche un vero e proprio showman. D’Alessio però ci va con i piedi di piombo e dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni precisa: “alla fine sto facendo una cosa vicina al mio mestiere perché i cantanti salgono sul palco, hanno il contatto con la gente. Non è che ho inventato l’acqua calda. È come se ora tornasse il conto di tutti gli anni di concerti: è l’esperienza che ho acquisito”. Il segreto del suo grande successo, che da 20 anni a questa parte l’ha fatto conoscere al grande pubblico nazionale, è sicuramente legato al fatto di essere vero e diretto. In tutti questi anni, infatti, D’Alessio non ha mai smesso di essere semplicemente se stesso anche quando durante la prima puntata dello show è scappata la gaffe con i verbi. “La gag dei verbi della prima puntata mica era scritta. Quando ho visto che Vanessa si era incartata mi sono buttato e abbiamo fatto cinque minuti di televisione da morire dal ridere. A Vanessa ho detto: “Tu su di me puoi contare per tutto ma non mi domandare i verbi”. Ed era la verità” ha raccontato. Tantissimi i complimenti ricevuti dopo le prime due puntate: “sto ancora rispondendo a quelli di venerdì scorso, su WhatsApp ce n’erano 542. E poi le telefonate: si sono fatti vivi tutti. Giuliano Sangiorgi, Antonella Clerici… Vasco ha detto: “Gigi è troppo forte, è il numero uno!”.

Gigi D’Alessio: “Matematica e geografia sono legate alla musica”

Il successo di 20 anni che siamo italiani è sicuramente legato alla presenza di Gigi D’Alessio che dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni ha raccontato anche una parte della sua infanzia rivelando: “sono sempre stato uno “scugnizzo signore””. Un termine che il cantautore ha poi spiegato: “giocavo a pallone, facevo quello che facevano gli altri bambini, però ero ubbidiente con mia mamma e parecchio sveglio”. La musica però è sempre stata la sua più grande passione visto che dall’età di 4 anni ha cominciato a suonare la fisarmonica anche “se era più grande di me” – ha detto il cantautore che ha ripercorso i primi anni dedicati alla musica. “A 6 i miei l’hanno venduta e mi hanno regalato una tastiera. A 10 anni andavo già a suonare il piano nelle feste private, matrimoni, comunioni, battesimi. Avevo una piccola orchestra e gli altri erano tutti molto più grandi di me. Infatti mi chiamavano Topolino” ha raccontato D’Alessio, che all’età di 11 anni si è iscritto al Conservatorio. La musica ha preso il sopravvento spingendolo anche a lasciare la scuola come ha raccontato: “ho frequentato fino alla terza media, poi ho continuato a fare solo musica perché dovevo studiare piano otto ore al giorno. Ma a scuola sono sempre stato bravo”. Le sue materie preferite erano matematica e geografia come ha rivelato: “la matematica è legata alla musica, e anche la geografia perché mi dicevo: Un giorno dovrò girare il mondo con la mia musica”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA