Gigliola Cinquetti/ “Ascolto solo i virologi più ottimisti, gli altri invece…”

- Raffaele Graziano Flore

Gigliola Cinquetti ospite a “La Vita in Diretta”: “Io ascolto solo i virologi più ottimisti, gli altri invece…” racconta la 72enne artista che ammette di vivere con serenità questo periodo

Gigliola Cinquetti a "La Vita in Diretta"
Gigliola Cinquetti a "La Vita in Diretta" (Rai, 2020)
Pubblicità

“Così parlò Gigliolhustra” dice di se stessa, con buone pace di Friedrich Nietzsche. È una Gigliola Cinquetti in gran forma e con un ritrovato ottimismo quella che questo pomeriggio è stata ospite de “La Vita in Diretta”: la 72enne cantante, attrice e conduttrice televisiva originaria di Verona è tornata infatti nel talk show pomeridiano di Rai 2 raccontando a Lorella Cuccarini come sta vivendo questa Fase 2 e i suoi progetti per il futuro. Una cosa è certa: “La mia vita non è cambiata tantissimo: certo mi mancano gli amici, mi manca il toccarci e purtroppo dobbiamo fare il contrario di ciò che ci viene istintivo” si lamenta la Cinquetti che dal suo giardino spiega come quello sia diventato oramai il suo habitat naturale e il luogo in cui impiega gran parte del suo tempo, rinunciando pure a chiamare dei giardinieri. “Io faccio sempre tutto da sola” spiega mentre gioca con i suoi cani Pisolo e Biancaneve e ammette che di recente ha riletto “Così parlò Zarathustra”, una delle opere fondamentali del filosofo tedesco, stupendo anche la conduttrice in studio. Tuttavia a tal proposito Gigliola si rammarica di non poter leggere qualcosa di nuovo dell’indimenticato e compianto Giorgio Faletti: “Mi sono chiesta cosa avrebbe fatto in questa quarantena di creativo… Sono sicura avrebbe scritto un romanzo giallo sul Covid-19!”.

Pubblicità

GIGLIOLA CINQUETTI OSPITE A “LA VITA IN DIRETTA”

E a proposito proprio della pandemia da Coronavirus e di questa nuova fase che il Paese si trova ad affrontare dopo oltre due mesi di lockdown, dopo aver scherzato sul fatto che dai suoi amici e familiari è stata sempre conosciuta come “la scienziata” dato che eccelle in tante cose che fa, cucina compresa, Gigliola Cinquetti ha spiegato che attende serenamente “che spiova”, ovvero che passi la fase più dura dell’emergenza Coronavirus nel nostro Paese: in questo periodo aveva in programma non solo diversi concerti necessariamente rinviata e che l’avrebbero vista di scena in diverse parti del mondo come Estremo Oriente, Israele e Argentina, senza dimenticare nemmeno l’ospitata all’Euro Festival. “Attendo e credo che bisogna fare esercizi per tenere alto lo spirito: ad esempio io ascolto i più ottimisti tra i virologi che parlano… mentre invece per gestire il mio corpo faccio affidamento ai consigli dei pessimisti” ha ammesso la cantante che, tuttavia, incalzata dalla Cuccarini a proposito della sua personale classifica di gradimento dei migliori virologi che fanno capolino ultimamente in tv se la cava diplomaticamente spiegando che “non ho presenti i nomi, ma le teorie e in base al mio ottimismo dico che questo virus ce lo mangiamo!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità