GINA LOLLOBRIGIDA/ “Io dei miei soldi faccio quello che voglio!” (Domenica In)

- Carmine Massimo Balsamo

Gina Lollobrigida ospite a Domenica In: la violenza subita, il rapporto difficile con il figlio e le dichiarazioni sul suo denaro “faccio quello che voglio!”

gina lollobrigida domenica in
Gina Lollobrigida a Domenica In

Gina Lollobrigida ha ricostruito oggi a Domenica In la delicata questione relativa alla denuncia da parte di alcuni familiari della stessa diva nei confronti dell’assistente ed amico Andrea Piazzolla. La Lollobrigida, prendendo le difese di quest’ultimo, ha voluto ribadire come in merito al suo denaro lei sia la sola a decidere cosa farne, ironizzando anche su questo aspetto. “Io dei miei soldi faccio quello che voglio, ho lavorato 75 anni. E non rubo a nessuno. I miei soldi li do a chi voglio”, ha tuonato, guadagnandosi l’applauso del pubblico in studio. “C’è chi lascia i propri soldi ai gatti”, ha aggiunto Gina, facendo sorridere la conduttrice Mara Venier ma spiegando anche di non avere dei gatti. Infine l’attrice ha spiegato anche il rapporto attuale con il nipote: “Purtroppo, quando ha cominciato a capire, la madre non l’ha fatto più venire da me perché voleva educarlo solo lei. E infatti, bel lavoro che ha fatto. Quella è la madre? Ma io sò la nonna”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

IL RAPPORTO CON IL FIGLIO MIRKO

La vita di Gina Lollobrigida non è stata sempre semplice: “C’è stata sempre una gelosia nei miei confronti”, ha ammesso, “essere belli doveva bastare a una donna, purtroppo verso le donne c’è stata sempre una certa cattiveria”. Quindi l’attenzione si è spostata sul figlio Mirko e sul suo rapporto partendo dalla relazione di amicizia con Andrea Piazzolla: “è come un figlio, c’è un affetto sincero, vero ed è la persona che mi è stato vicino, mi ha difeso tutto il tempo proprio come avrebbe dovuto fare un figlio che purtroppo non è mai stato vicino a me”, ha spiegato. “Credo che avesse un risentimento perchè io ero una donna forte e lui è debole, forse peggio di prima perchè non ragiona più”, ha commentato ancora rispetto al figlio Mirko. “Con la testa non ci sta più, è vicino a persone che hanno interesse a metterlo contro di me, e così anche il nipote”, ha spiegato. A suo dire, il figlio sarebbe rimasto contro di lei anche ora che le cose sembrano essere molto più chiare. “Mio figlio non ha ancora trovato il tempo di scusarsi per essere andato contro di me legalmente”, ha aggiunto. Ed anche il nipote Dimitri, “da quando ha iniziato a capire la madre non ho ha più fatto venire da me”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“VIOLENTATA DAL MIO EX, MI RITROVAI NUDA A LETTO E…”

Gina Lollobrigida, la grande diva italiana, oggi ancora al centro della scena e ospite della nuova puntata di Domenica In. Mara Venier, sin da subito, ha ricordato il giorno in cui, in occasione del suo 90esimo compleanno, Gina le disse di essere finalmente felice grazie ad Andrea Piazzolla. Oggi ha commentato in studio: “Finalmente ho trovato un amico vero e questo è molto raro, meglio tardi che mai”, ha aggiunto. L’attenzione si è poi spostata sulla violenza subita da ragazza in seguito alla quale decise di sposare subito suo marito, pur non amandolo, per tentare di dimenticare quella brutta esperienza, che però ancora oggi fa molto male. “L’ho nascosta per tanti anni”, ha spiegato, riferendosi al brutto episodio, “All’epoca non potevo parlarne, l’ho fatto solo oggi”. Dopo averne parlato però, non è stata bene completamente. “A violentarmi era un fidanzato, mi accorsi che aveva una fidanzata che stava per sposare e io mi sono allontanata, ho sofferto per 2 anni perchè non riuscivo a dimenticarlo”, ha esordito. “L’ho rincontrato dopo 2 anni. Mi ha detto che aveva avuto una festa e mi ha invitato, io contenta che non sentivo più un amore per lui sono andata, però mi sono accorta che ero solo io. Mi deve aver dato qualcosa da bere e ho perso conoscenza, mi sono ritrovata nuda, a letto. Dovevo ritornare a casa e avevo bisogno che lui mi riaccompagnasse quindi non ho detto niente, mi ha riaccompagnato, poi sono stata male in casa per almeno 15 giorni”, ha raccontato. Da quel momento lo rivide solo un anno più tardi ad una festa: “Lui ha capito che io non ero cosciente di quello che era successo. E’ stato talmente perfido che mi ha raccontato cosa era successo per ferirmi ancora di più, terribile… Ora lui è morto… era un calciatore”, ha proseguito. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

OGGI OSPITE A DOMENICA IN

Gina Lollobrigida ospite della nuova puntata di Domenica In in onda oggi, 22 settembre 2019, su Rai 1. La “Lollo” si racconterà senza filtri, lei che è stata una delle attrici europee più importanti a livello internazionale tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta: una sex symbol che ha segnato generazioni di cinefili e che ha preso parte ad alcuni capolavoro che hanno segnato la storia della settima arte. E il palmares non mente: tra i tanti riconoscimenti, citiamo il Golden Globe per il film Torna a settembre, i sette David di Donatello e i due Nastri d’argento. Le ultime due apparizioni sul grande schermo risalgono alla fine degli anni Novanta, parliamo di Les cent et une nuits de Simon Cinema (Agnes Varda) e XXL (Ariel Zeitoun), senza dimenticare il simpatico cameo in Box Office 3D – Il film dei film, regia di Ezio Greggio.

GINA LOLLOBRIGIDA: “PAPARAZZI? ERO TIMIDA, CERCAVO DI EVITARLI”

Recentemente ospite della mostra “40 scatti della mia Dolce Vita” di Rino Barillari, Gina Lollobrigida ha parlato dello stile di ieri e di oggi, della Dolce Vita della Roma di quarant’anni fa insieme a guest star di eccezione come Nancy Brilli e Livio Beshir. La “Lollo” ha raccontato: «Ai tempi della Dolce Vita l’arte e la bellezza erano reali, emozionanti sia per il pubblico che per chi li viveva da protagonista. A quei tempi le dive erano poche, si riconoscevano e si rispettavano». Poi sui paparazzi, categoria della quale fa parte l’amico Rino Barillari: «I paparazzi erano una risorsa, un po’ li sfuggivo e un po’ li aiutavo: Rino è sempre stato una persona squisita», sottolineando di essere sempre stata un po’ timida nei loro confronti. E Barillari ha speso parole al miele per la diva: «Quando arrivava lei, l’Italia si bloccava: ci voleva la polizia».

GINA LOLLOBRIGIDA: “LA MORTE? VORREI ARRIVASSE IL PIU’ TARDI POSSIBILE”

Gina Lollobrigida è stata la madrina della 77° edizione di Miss Italia e, come sempre, le sue parole hanno infiammato l’ambiente. La diva non ha mai avuto peli sulla lingua ed ha parlato in questi termini della morte: «La morte? Vorrei che arrivasse il più tardi possibile, perché c’ho ancora tante cose da fare. E voglio finire una scultura bellissima, ma non dovrà scrivere com’è fatta sennò mi rubano l’idea». Una diva unica, basti pensare a un suo recente commento sul cinema di oggi ai microfoni de Il Messaggero: «Cos’è cambiato da allora? I tempi e anche il modo di fare cinema, compresa la scelta degli interpreti. Oggi le donne sullo schermo si somigliano quasi tutte e sembrano tutte perfette».

© RIPRODUZIONE RISERVATA