Giovanni, Giorgia, Davide e Mattia, figli Gianni Nazzaro/ Nati da due donne diverse..

- Emanuele Ambrosio

Giovanni, Giorgia, Davide e Mattia sono i quattro figli di Gianni Nazzaro nati dal matrimonio con Nada Ovcina e dalla storia d’amore con Catherine Frank

gianni nazzaro 2019 youtube 640x300
Gianni Nazzaro, foto Youtube

Giovanni, Giorgia, Davide e Mattia sono i quattro figli di Gianni Nazzaro, il cantante italiano scomparso all’età di 72 dopo una terribile lotta contro un tumore ai polmoni. A darne il triste annuncio la prima moglie Nada Ovcina che gli è stata accanto sul letto di morte fino all’ultimo momento. Proprio la prima moglie, con cui è stato sposato per tantissimi anni, ha ricevuto poco prima della morte una sorpresa dal compagno che ha voluto risposarla in letto di morte. Gianni Nazzaro e Nada Ovcina sono così diventati marito e moglie per la seconda volta, visto che in passato sono stati già sposati. Dal loro primo matrimonio sono nati i primi due figli del cantante: Giovanni Junior nato nel 1973 e Giorgia, nata nel 1976. L’amore tra Gianni Nazzaro e Nada Ovcina però subisce una frenata d’arresto col cantante che si innamora di una bellissima indossatrice francese. Si tratta di Catherine Frank, all’anagrafe Pleite Armonia Del Carmen.

Gianni Nazzaro figli: nati da due relazioni diverse

Tra Gianni Nazzaro e Catherine Frank  scatta una forte complicità ed intesa che li spinge a frequentarsi ed innamorarsi. Un amore importante per il cantante italiano che proprio con l’indossatrice francese decide di mettere su famiglia avendo così altri due figli. Dal loro amore, infatti, nascono Davide e Mattia. Sui figli di Gianni Nazzaro si conoscono davvero pochissime informazioni. Parlando, invece, del cantante napoletano le ultime notizie sul suo conto sono arrivate direttamente dalla sua bocca visto che, poco prima di morire, ha rilasciato una lunga intervista al settimanale Nuovo. Proprio così Gianni Nazzaro prima di morire ha deciso di confessare gli ultimi pensieri e rimpianti al settimanale di Riccardo Signoretti dicendo: “è per me una prova di coraggio. Da artista voglio uscire di scena nel migliore dei modi. Non voglio essere rimpianto o, peggio, riscoperto: se avevo doti bisognava riconoscermele da vivo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA