Giulia Grillo: “Lascio il M5s”, poi il dietrofront/ Video: “Era una battuta per…”

- Carmine Massimo Balsamo

Prima l’annuncio dell’addio, poi il passo indietro: il caso Giulia Grillo tiene banco in casa Movimento 5 Stelle. Ecco cos’è successo.

Giulia Grillo
Giulia Grillo, Ministro della Salute (LaPresse. 2019)

Giulia Grillo dà l’addio al M5s. Anzi no. Nelle ultime ore ha fatto parecchio discutere l’intervista rilasciata dall’ex ministro della Salute ai microfoni de La Stampa: la deputata pentastellata ha infatti annunciato la volontà di lasciare il Movimento, «un’esperienza giunta al capolinea». Nel colloquio con Federico Capurso, ha messo in risalto: «La verità è che sono molto stanca. Ripeto le stesse cose da mesi, ma vedo sempre delle resistenze al nostro interno che non permettono al Movimento di evolversi». Un malessere covato da tempo, tanto da spingerla a salutare il M5s tanto amato, destinazione gruppo Misto.

Ma, come dicevamo, è arrivata anche la retromarcia di Giulia Grillo. In un video pubblicato su Facebook, l’ex ministro ha parlato di misunderstanding: «Ho fatto una chiacchierata con un giornalista, lui mi chiede se farò il capogruppo ed io rispondo che piuttosto me ne vado». La deputata ha spiegato che si trattava di una battuta provocatoria, legata ad un momento di difficoltà ed esasperazione: «È vero che ci sono delle cose che non vanno bene nel Movimento 5 Stelle, l’ho sempre detto e lo continuo a dire».

Nessuna uscita imminente dal Movimento, dunque, nonostante il virgolettato a dir poco icastico riportato da La Stampa. Nel video postato sui social network Giulia Grillo ha poi aggiunto: «Spero di non dovermene mai andare dal M5S perché per me sarebbe molto doloroso come quando due fidanzati si lasciano ma ribadisco che bisogna rifondare la linea politica, riorganizzare il Movimento in maniera partecipata quindi niente cose calate dall’alto».



© RIPRODUZIONE RISERVATA