Giulia Procopio/ Prova di coraggio tra locuste e ratti: “Li mortacci” (Ciao Darwin)

- Jacopo D'Antuono

Giulia Procopio impegnata nella prova di Coraggio di Ciao Darwin. La concorrente deve affrontare ratti velenosi e minacciose locuste…

procopio
Giulia Procopio (Ciao Darwin)

Giulia Procopio protagonista per i Mutanti nella nella prova di coraggio a Ciao Darwin. “Ho ventisette anni e vengo da Milano. Sono ovviamente della squadra dei Mutanti e chiaramente accetto la sfida”. Gli Umani, prima di cominciare la sfida, restano in vantaggio di sessanta punti. Paolo Bonolis dà le ultime raccomandazioni a Giulia Procopio a pochi minuti dalla prova di coraggio: “Nella vita ci sono tante prove difficile da affrontare, in particolare la prova di coraggio di questa sera. Tutti abbiamo avuto paura nella vita. La prova che affronterete oggi richiede sangue freddo, incoscienza, giacchè potrebbe accadere che chi accetta possa poi rinunciare. Dovete decidere liberamente se accettare o rifiutare”. Giulia Procopio non si tira indietro e si intrufola in una teca piena di locuste. “Mi raccomando faccia con calma e usi tutte e due le mani altrimenti mi sembra la signora Adams” la bacchetta Bonolis.

Giulia Procopio, Ciao Darwin: “Mortacci vostra”

Giulia Procopio non teme nulla e supera ogni ostacolo nella prova di coraggio di Ciao Darwin. “Più veloce fa, prima si toglie di mezzo – la incita Bonolis – Deve raccogliere le palle e quando raggiunge quota trenta esca da lì”. La Procopio raggiunge la seconda teca ma viene fermata dal conduttore: “Ha delle locuste in testa signora!”. Nella nuova tecca ci sono dei ratti velenosi, il cui morso potrebbe rivelarsi letale. “Mortacci vostra” sbotta Giulia Procopio, che deve raggiungere novanta punti, raccogliendo le palline dentro le teche. “Mi stia attenta al ratto norvegese! Esca! Esca!”. La Procopio abbandona la teca e guadagna un lungo applauso da parte della sua squadra. Bonolis si congratula: “Ha dimostrato coraggio ma mi permetto di dirle che quello che affronterà adesso sarà ancora più inquietante”. La prova di coraggio continua…



© RIPRODUZIONE RISERVATA