Giuseppe Bertè, padre Loredana/ “Un papà-padrone e violento: ha fatto cose orribili”

- Raffaele Graziano Flore

Giuseppe Bertè, padre di Loredana. Le accuse della figlia cantautrice: “Era un papà-padrone e violento: ha fatto delle cose orribili. Una volta prese mia madre e…”

Giuseppe Radames Bertè, padre di Loredana
Giuseppe Radames Bertè, padre di Loredana (Web, 2020)

Loredana Bertè è ospite questo pomeriggio di “Verissimo” per presentare la ristampa di un suo vecchio disco e sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne e la memoria non può che tornare alle sue durissime parole pronunciate contro il padre. Ma chi è stato Giuseppe Radames Bertè, scomparso nel 2017 all’età di 96 anni e che come la consorte (deceduta però nel lontano 2003) era un insegnante di latino e greco, originario anch’egli della provincia di Reggio Calabria: dopo il trasferimento assieme alla famiglia nelle Marche, dove divenne preside in una scuola di Ancona, le strade delle quattro figlie si divisero da quelle del padre ma su di lui è rimasta l’ombra dei maltrattamenti che avrebbe inflitto alle giovani donne e alla moglie, oltre alla certezza che sia stato una sorta di padre padrone. Per questo motivo, qualche tempo dopo la sua morte, hanno fatto molto rumore le parole di Loredana contro il genitore: definendolo un “bastardo”, la sorella minore di Mia ha detto di essere contenta del suo decesso e rivelando la sofferenza provata quando era piccola e anche un episodio in cui Giuseppe Radames avrebbe preso a calci la consorte quando era all’ottavo mese di gravidanza.

GIUSEPPE RADAMES BERTE’, PADRE DI LOREDANA: CHI ERA IL PAPA’-PADRONE ACCUSATO DI VIOLENZE

Sul padre di Loredana Bertè pesano anche alcuni sospetti, va precisato mai confermati né sfociati in denunce, che gettano un’oscura luce sulla morte improvvisa di Mia: al di là dello sfogo della cantautrice nei confronti del genitore che fu tra i primi a trovare assieme ai soccorritori il cadavere della figlia, va detto che le accuse di violenze e maltrattamenti famigliari nei suoi confronti sono state poi confermate anche da Olivia e Leda Bertè. Anzi in un’altra intervista concessa da Loredana proprio a Silvia Toffanin in una vecchia puntata di “Verissimo”, ha confessato quale fosse il clima in casa negli anni della loro infanzia: “In casa c’erano botte e litigate violentissime: a volte non volevano tornare a casa perché c’erano sempre brutte sorprese con un padre-padrone come il nostro…” aveva confessato l’artista, spiegando che papà Giuseppe avrebbe sempre voluto un figlio maschio e invece detestava le quattro femminucce che si era ritrovato. “Ha fatto delle cose orribili che non ho mai dimenticato, somministrava anche delle sostanze a mia madre…” aveva aggiunto Loredana, spiegando l’odio riservato nei confronti del padre e la mancanza di pietà mostrata alla notizia della sua morte nel 2017 anche se per onor di cronaca va detto che la sorella Olivia ha negato molte di queste accuse parlando di un genitore “amato” dalle figlie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA