GIUSEPPE DI TOMMASO, CHI È?/ Giornalista Rai 1 ha trovato il piccolo Nicola Tanturli

- Alessandro Nidi

Giuseppe Di Tommaso, chi è il giornalista di Rai Uno che ha salvato la vita al piccolo Nicola Tanturli: numerose esperienze in Rai, fra cui anche Miss Italia

Giuseppe Di Tommaso 640x300
Giuseppe Di Tommaso, giornalista de "La Vita in Diretta" che ha ritrovato il piccolo Nicola Tanturli (Instagram)

Giuseppe Di Tommaso, giornalista di Rai 1 e, in particolare, de “La Vita in Diretta”, ha avuto il merito nella mattinata di oggi, mercoledì 23 giugno 2021, di ritrovare il piccolo Nicola Tanturli, che era scomparso di casa tra i boschi del Mugello. Dopo gli esordi come corrispondente presso alcuni quotidiani lucani, è approdato nel 1998 a Rai International come inviato, venendo poi scelto da Mike Bongiorno e Loretta Goggi nel 2007 per Miss Italia. Successivamente, per tre anni ha lavorato a “Sabato e Domenica”, programma di Franco Di Mare.

Non bisogna poi dimenticare la sua esperienza in Libano e in Medio Oriente, nel 2008, nei campi profughi palestinesi e le sue collaborazioni targate Rai con UnoMattina Estate e Linea Blu, sino ad approdare appunto a “La Vita in Diretta”. Sulla sua vita privata non si hanno numerose informazioni, ma si sa che vanta un legame stupendo con la mamma, a cui ha dedicato tempo fa un emozionante post di buon compleanno: “Da bambino quando mi chiedevi chi fosse il mio eroe, rispondevo ‘tu’. Col tempo non ho cambiato idea, perché sei la persona più forte, coraggiosa, leale, che io abbia mai conosciuto, l’unico grande amore che non finirà col passare del tempo ma durerà per sempre. Tanti auguri di buon compleanno, mamma”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

GIUSEPPE DI TOMMASO: GIORNALISTA RAI 1 HA RITROVATO NICOLA TANTURLI

Giuseppe Di Tommaso, giornalista di Rai Uno e inviato della trasmissione “La Vita in Diretta”, condotta da Alberto Matano, è diventato l’eroe del giorno: è stato lui, infatti, a ritrovare il piccolo Nicola Tanturli, che era scomparso di casa nelle scorse ore e per il quale si temeva il peggio, considerata la sua tenera età e la fauna selvatica presente nelle vicinanze dell’abitazione dove il piccolo risiede con la sua famiglia. L’inviato ha raccontato che “è stata un’emozione indescrivibile, un miracolo. Appena ci ha visto si è messo a piangere”.

Come raccontato dallo stesso Di Tommaso, l’individuazione del bimbo è avvenuta in maniera del tutto casuale, in quanto, risalendo verso la casa del bambino, ha udito alcuni rumori e lamenti provenire da una scarpata presente a ridosso della carreggiata e profonda all’incirca cinquanta metri: Nicola ci era caduto dentro ed è stato necessario l’intervento di un carabiniere, calatosi al suo interno, per recuperarlo e per trarlo in salvo. Il giornalista in questo momento si trova dai carabinieri e sta facendo la sua deposizione.

GIUSEPPE DI TOMMASO E IL RITROVAMENTO DEL PICCOLO NICOLA: “ERO SCESO DALL’AUTO PER UN MALORE, POI…”

Come reso noto dallo stesso Giuseppe Di Tommaso, prima di ritrovare il piccolo il giornalista era sceso dall’automobile sulla quale stava viaggiando perché colto da un malore improvviso, ma non appena ha abbandonato la vettura ha udito alcuni lamenti provenire dalle vicinanze. Inizialmente la troupe Rai sembrava non credergli e gli diceva che poteva trattarsi del verso di un capriolo, ma, non convinto di questa tesi, Di Tommaso ha cominciato a urlare “Nicola!” e ha udito una risposta chiara e precisa: “Mamma!”.

Grande felicità per il diretto interessato e per la famiglia del bambino, con Alberto Matano, presentatore de “La Vita in Diretta”, che ha annunciato: “Nicola è stato ritrovato da un nostro giornalista in una scarpata. Ha sentito dei lamenti. Ha poi aiutato i carabinieri a metterlo in salvo”. Un vero orgoglio per la trasmissione, ma soprattutto per il giornalista, che con il suo operato ha consentito di salvare la vita di un bambino. Intanto, Nicola ha già visto mamma e papà e sarà trasportato in ospedale per alcuni controlli medici di prassi, anche se le sue condizioni di salute parrebbero essere buone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA