Giuseppe Pedrazzini, la moglie: “Mi sono tolta un peso”/ Alessi “Anche lei è vittima”

- Davide Giancristofaro Alberti

Giuseppe Pedrazzini, la morte del 77enne di Toano, in provincia di Reggio Emilia: gli aggiornamenti da Storie Italiane

marta pedrazzini rai 2022 640x300
Moglie di Giuseppe Pedrazzini a Storie Italiane

A Storie Italiane si torna a parlare del caso di Giuseppe Pedrazzini, il 77enne trovato senza vita in un pozzo in quel di Toano, in provincia di Reggio Emilia, tutti gli ultimi aggiornamenti su questa vicenda che nasconde diversi misteri. Il programma di Rai Uno condotto da Eleonora Daniele è riuscito a parlare con la signora Marta, la moglie di Giuseppe Pedrazzini: “Ho deciso di parlare, mi sentivo di farlo, non posso andare oltre, poi vediamo le cose come vanno, mi sentivo un peso questo si, mi sono liberata, sono un pochino più sollevata, vedremo le cose come vanno, non è detto che sia come uno la pensa, vedremo”.

“Ho ritrovato il sorriso – ha proseguito la signora Marta – e anche nella gente del paese ho trovato persone che mi sono venute incontro mi hanno abbracciato e salutato come facevano prima, tutti i giorni”. Rita Giglioli, l’avvocato della donna, aggiunge: “Riteneva di fare queste dichiarazioni, un motivo inconscio, ancora non è finita…”.

GIUSEPPE PEDRAZZINI: “LA MOGLIE MARTA E’ MOLTO PIU’ SERENA”

Maurizio Ricordari, inviato di Storie Italiane, ha commentato le recenti dichiarazioni della moglie di Giuseppe Pedrazzini, spiegando: “Avevamo notato tutti questa espressione affaticata, rughe sul volto, sofferenza continua, affaticata, un racconto che si capiva era bloccato da alcuni passaggi che non voleva dire, questa mattina la prima impressione che abbiamo avuto è quella di una donna finalmente serena, non sappiamo cos’ha detto di preciso, ma sappiamo che è una persona che è più serena, libera, distesa”.

“Lo è anche semplicemente nell’espressione del volto – ha continuato Maurizio Ricordari riferendosi alla moglie di Giuseppe Pedrazzini – totalmente diverso rispetto a quello mostrato nei giorni scorsi, ha trovato il coraggio, la forza e la voglia di raccontare la sua verità, poi capiremo se è la volontà assoluta o meno. Gli altri protagonisti non raccontano la loro verità a giornalisti e inquirenti”, riferendosi alla figlia Silvia e al genero, Riccardo, che si sono professati da sempre innocenti. Sul caso Giuseppe Pedrazzini ha detto la sua anche Roberto Alessi, che ha spiegato: “Se tutto questo fosse confermato ci sarebbero due vittime, da una parte Beppe e da una parte Marta: uno aveva taciuto di questo isolamento social per proteggere la famiglia, Marta ha taciuto la verità perchè le hanno detto di mentire, si è tolta questo peso dallo stomaco. La famiglia sarà spezzata per sempre ma Marta ha una famiglia più ampia che è Toano e che è estremamente generose, è stata abbracciata ed ha ricevuto condoglianze da parte di chi prima aveva paura quella famiglia”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA