Gli ultimi saranno ultimi, Rai 1/ Streaming video del film con Paola Cortellesi

- Matteo Fantozzi

“Gli ultimi saranno ultimi” in onda su Rai 1 oggi 11 settembre 2019 alle ore 21.25. Nel cast Paola Cortellesi, Alessandro Gassman e Fabrizio Bentivoglio. Streaming del film

gli ultimi saranno ultimi 2019 film
Gli ultimi saranno ultimi

Con Gli ultimi saranno ultimi “Massimiliano Bruno racconta con partecipazione e umorismo le vicende di un gruppo di italiani stretti fra la crisi e la necessità di andare a negarla”. Paola Casella promuove a pieni voti il film su MyMovies, regalandogli addirittura tre stellette e mezzo sulle cinque a disposizione. Aggiunge la critica: “Persone stanche che smettono di essere ragionevoli e sbroccano o peggio ancora vanno alla deriva molto lentamente. Bruni le racconta con una delicatezza che si tiene al di qua della melensaggine e del melodramma”. Il film fa sorridere a tratti, ma per altri motivi è anche pieno di punti di riflessione e di argomenti molto intensi trattati con la giusta sensibilità e attenzione. Gli ultimi saranno ultimi è il film che offre la prima serata di Rai 1, clicca qui per il trailer, e potremo seguirlo anche in diretta streaming grazie a Rai Play cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Curiosità sul film

Paola Cortellesi con Gli ultimi saranno ultimi ha ottenuto la nomination come “migliore attrice protagonista” alla 61esima edizione del “David di Donatello” e al Nastro d’Argento edizione 2016 mentre per gli stessi premi cinematografici ma anche per il prestigioso “Ciak d’oro” Fabrizio Bentivoglio è andata la candidatura come “Migliore attore non protagonista”.

Nel cast Paola Cortellesi

“Gli ultimi saranno ultimi” è il titolo del film che Rai 1 trasmetterà in prima serata mercoledì 11 settembre 2019 alle ore 21.25. Di genere drammatico il film è stato realizzato in Italia nel 2015 per la regia di Massimiliano Bruno. Il cast include attori molto amati dal pubblico, oltre a Paola Cortellesi ci sono Alessandro Gassman, Stefano Fresi e Fabrizio Bentivoglio. Il film riprende lo spettacolo teatrale omonimo rappresentato nel 2005 con una formidabile Paola Cortellesi protagonista assoluta. L’attrice romana ha lavorato ancora insieme all’attore Stefano Fresi nell’aprile 2019 nel film commedia “Ma cosa ci dice il cervello”, per la regia di Riccardo Milani, l’uomo che la Cortellesi ha sposato nel 2011.

Gli ultimi saranno ultimi, la trama del film

Ecco la trama de Gli ultimi saranno ultimi. Luciana vive ad Anguillara, una ridente cittadina della Tuscia. La giovane donna è impiegata in una fabbrica di tessuti, suo marito Stefano è un bravo meccanico ma al momento è senza lavoro, anche perché preferisce lavorare in proprio senza dipendere da nessuno e quindi cerca di guadagnare un po’ di soldi nel settore degli scambi commerciali. Quella di Luciana è una vita molto semplice che però la soddisfa, i colleghi di lavoro la stimano e tutti le vogliono bene. La donna desidera diventare mamma, un figlio è quello che vorrebbe per sentirsi davvero completa e si sa che nei piccoli centri non mancano i pettegolezzi e le paroline allusive degli amici. Accade che in paese viene accertata una interferenza radio in seguito al recente impianto di alcune antenne radio ai confini del paese, per cui il propagarsi delle radiazioni fa riprodurre i programmi radiofonici di Radio Vaticana attraverso gli oggetti metallici, anche quelli di uso comune. Una mattina nel paesino arriva un poliziotto di nome Antonio Zanzotto, viene dal Veneto ed è stato trasferito ad Anguillara dopo un brutto episodio di cui è stato protagonista insieme ad un collega. I nuovi colleghi lo guardano con diffidenza e Antonio spesso si rifugia dalla madre. Finalmente Luciana scopre di essere incinta ma la sua vita si complica nel momento in cui scopre che il direttore della fabbrica, informato della gravidanza della donna, non le rinnova il contratto. A peggiorare la situazione è la condizione di disoccupato del marito Sefano che non riesce più a portare qualche soldo a casa. Nel frattempo Antonio, stanco del comportamento vessatorio che gli riservano i colleghi, specialmente ora che sanno della sua infatuazione per Manuela, sta pensando di fuggire dal paese. Manuela si guadagna da vivere facendo la parrucchiera, è un transessuale che cerca di arrotondare i guadagni lavorando di notte nei locali. Antonio ha provato da subito una forte attrazione per Manuela che, a differenza degli altri, è stata sempre gentile con lui. L’uomo non si è mai accorto della vera identità sessuale di Manuela e per questo viene preso in giro da tutti. Intanto Luciana prova a fare diversi lavori, addirittura si improvvisa cameriera per un’attività di “catering”; come al solito Stefano non ne combina una giusta e Luciana è sempre più avvilita e disperata.

In occasione di una festa in paese Luciana scopre che il marito, dopo aver avuto una lunga discussione con lei, è andato da un’amica; la donna è furibonda e non si controlla più: va nella fabbrica tessile per riavere il suo lavoro, disposta anche a ricorre alle maniere forti. Con destrezza sottrae la pistola ad un amico che fa la guardia giurata, quindi va dal direttore della fabbrica, gli punta l’arma e minaccia di sparargli. Antonio, che per caso si trova nei paraggi, sente uno sparo, irrompe nella fabbrica e per sbaglio ferisce Luciana con un colpo di pistola. Nei giorni successivi, nauseato del comportamento sempre più freddo dei colleghi, decide di lasciare il servizio. Finalmente Luciana dà alla luce un bel bambino e Stefano, che intanto si è riavvicinato alla moglie, è felice di chiamare suo figlio con lo stesso nome di suo padre, Mario. Ora che è diventato papà Stefano si sente più maturo e responsabile, si cerca un lavoro serio in un’officina meccanica e porta avanti la famiglia.

Il trailer del film



© RIPRODUZIONE RISERVATA