GRANDI MAGAZZINI/ Su Rete 4 il film con Teo Teocoli, De Sica… (oggi, 6 gennaio)

- Matteo Fantozzi

Grandi magazzini in onda su Rete 4 oggi, 6 gennaio, dalle 15:30. Nel cast Lino Banfi, Nino Manfredi, Michele Placido, Enrico Montesano, Paolo Villaggio, Gigi Reder, Renato Pozzetto

grandi magazzini 2019 film 640x300
Grandi magazzini

Uno dei principali protagonisti di Grandi magazzini è l’attore e comico italiano Teo Teocoli nato a Taranto il 25 febbraio del 1945 ma trasferitosi a Milano definitivamente fin dall’età di 5 anni. Per quanto riguarda la sua carriera nel mondo del cinema l’esordio è avvenuto nel 1971 con il regista Gianni Vernuccio per il film Paolo e Francesca. Tante sono state le pellicole comiche che lo hanno visto nel cast tra le quali ricordiamo soprattutto Il giudice e la minorenne, L’Italia s’è rotta,L’inquilina del piano di sopra, L’imbranato, Una vacanza bestiale, L’onorevole con l’amante sotto il letto, Spaghetti a mezzanotte, Eccezzziunale veramente, Professione vacanze, Missione eroica I pompieri 2, Abbronzatissimi, Bibo per sempre, Bar Sport, Papà dice messa e tanti altri ancora.

Su Rete 4 il film con Lino Banfi e Massimo Boldi

Grandi magazzini va in onda su Rete 4 per il pomeriggio di oggi, mercoledì 6 gennaio, a partire dalle ore 15:30. Si tratta di una pellicola italiana realizzata da Mario e Vittorio Cecchi Gori Nel 1986 con la regia e firmata da Castellano e Pipolo i quali si sono occupati anche della stesura del soggetto e della sceneggiatura. Il montaggio è stato realizzato da Antonio Siciliano con le musiche della colonna sonora di Mariano Detto mentre costumi di scena sono stati disegnati e realizzati da Luca Sabatelli. Nel cast del film sono presenti tantissimi attori italiani piuttosto famosi tra cui Lino Banfi, Nino Manfredi, Michele Placido, Enrico Montesano, Paolo Villaggio, Gigi Reder, Renato Pozzetto, Christian De Sica, Massimo Boldi, Teo Teocoli, Heather Parisi, Leo Gullotta, Alessandro Haber, Laura Antonelli, Massimo Ciavarro e tanti altri ancora.

Grandi magazzini, la trama del film

All’interno dei grandi magazzini a Roma si intrecciano le vicende dei vari protagonisti che sono clienti, dipendenti e dirigenti della struttura. La prima storia è quella di Evaristo, un addetto alle pulizie dei grandi magazzini che si trova ad avere un’amicizia piuttosto particolare con un certo De Rossi che si occupa del reparto sanitari. In realtà quest’ultimo è il figlio del proprietario dei grandi magazzini che in incognito sta cercando di fare gavetta prima di occuparsi della gestione della struttura. Un giorno in virtù di alcune sue esigenze legate anche a dei debiti contratti con dei tipi loschi, De Rossi lascia il proprio posto di lavoro e chiede proprio a Evaristo il piacere di sostituirlo. Nel frattempo il direttore del personale è venuto a conoscenza di questa cosa e per garantirsi una carriera brillante all’interno dei grandi magazzini inizia a trattare bene Evaristo invitandolo a pranzi e soprattutto permettendogli di farlo flirtare con la sua splendida moglie.

Ovviamente il direttore del personale aveva scambiato Evaristo con De Rossi in quanto recandosi al reparto sanitari aveva trovato il primo che stava sostituendo il secondo. Un’altra vicenda riguarda Corrado Minozzi, l’addetto alla sorveglianza dei grandi magazzini il quale nonostante abbia un aspetto da duro riesce sempre e comunque a farsi fregare la merce sotto il proprio naso. Invece, Marco Salviati è un attore ormai in rovina che viene contattato dall’azienda per girare uno spot pubblicitario. Durante le riprese dello spot però accadono diversi avvenimenti che rendono impossibile la realizzazione.

Antonio è un cliente dei grandi magazzini che ha vinto un buono spese da cinquecentomila lire ed ora vuole assolutamente goderne e soprattutto trovare all’interno della struttura, merce che costi esattamente quella cifra. La cosa non si dimostra semplice ma alla fine si accorderà con una splendida serata romantica con una dipendente. Ci sono tante altre situazioni molto divertenti che riguardano la vita nella struttura commerciale e che si intrecciano inesorabilmente tra di loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA