Grappa Alto Grado 71/ La grappa diventa spruzzino per uccidere il Coronavirus

- Claudio Franceschini

Grappa Alto Grado 71: nasce lo spray a base di grappa che aiuta a uccidere il Coronavirus. Così sostiene il suo creatore, il distillatore veneto Roberto Castagner.

Castagner grappe facebook 2020
La distilleria Castagner lancia lo spray alla grappa contro il Coronavirus (da facebook.com/distilleriacastagner)
Pubblicità

Cos’è la Grappa Alto Grado 71? Non ne avrete sentito parlare in tempi passati, ma in questi giorni di Coronavirus il prodotto potrebbe diventare di dominio comune. Questo almeno è il parere di Roberto Castagner, titolare dell’omonima azienda con sede a Visnà di Vazzola (provincia di Treviso) che ha prodotto 500 flaconi da 5 centilitri l’uno del prodotto di sua creazione, distribuendoli ad alcuni alimentari della zona. Obiettivo: entrare quanto prima nella grande distribuzione. Diciamo subito che il prezzo di ciascuna confezione è di 6 euro: un prezzo basso perché, spiega il signor Castagner, tutti ne possano usufruire; il numero 71 nel nome del prodotto si riferisce alla gradazione alcolica, perché “per essere efficace deve essere tra i 60 e i 90 gradi”. E dunque, cos’è questa Grappa Alto Grado 71?

Pubblicità

Secondo il suo creatore, sarebbe l’ultimo ritrovato per combattere il Coronavirus. Castagner si sarebbe anche affidato ad alcuni pareri medici, ma tutto parte da una domanda, anzi due: la grappa può essere utile alla gente? E, se sì, in che modo? Da qui l’idea: produrre una speciale grappa che permetta di limitare il contagio da Covid-19. Con un ammiccamento alla nostra tradizione, in effetti: La grappa fa parte del vissuto degli italiani e soprattutto del Nord Italia. Vero, come è anche vero che l’alcol sia uno dei disinfettanti più efficaci per eliminare i virus. Va però osservato che questo Coronavirus è ancora un grande mistero per gli esperti, e che sembra quantomeno complesso ipotizzare che questo prodotto possa mettere del tutto al sicuro le persone. Sia come sia, lo scorso 22 febbraio Castagner si è messo all’opera, iniziando la produzione.

Pubblicità

GRAPPA ALTO GRADO 71: COME FUNZIONA?

La Grappa Alto Grado 71 è uno spray: la dose consigliata sarebbe di 3-6 spruzzi alla volta, dove si identifica che ciascuna dose consente una nebulizzazione di circa 30 minuti. Alla fine, si legge, aver spruzzato il prodotto (rigorosamente in bocca) per 50 volte corrisponderebbe ad aver bevuto un bicchierino di grappa; c’è il serio rischio che, più che evitare il contagio da Coronavirus, si termini la giornata piuttosto alticci. Il distillatore trevigiano giura che il rimedio funzioni, o che comunque possa dare una mano; uno strumento a portata di mano e tasca (in alternativa bisognerebbe girare con la bottiglia di grappa, poco pratico ed elegante e magari anche passabile di qualche sanzione) che, appunto, chissà che possa davvero spopolare.

Magari solo per il gusto di averlo e di provarlo, per “tentarle tutte” (francamente si è visto e sentito di peggio) oppure, come suggerito su dagospia.com, semplicemente perché “bere aiuta a dimenticare”, e allora sotto con l’alcol finchè non sarà passata la pandemia. Francamente, speriamo che non sia questo il caso; l’importante è che non si pensi che una spruzzata di grappa in gola sia il rimedio ultimo e definitivo contro il Coronavirus, detto questo – almeno – il signor Castagner il suo tentativo per aiutare in questo periodo difficile lo ha fatto…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità