Graziella Giraudo, Santona mummificata per 17 anni/ Sindaco Beretta: “Nessuno sapeva”

- Hedda Hopper

Graziella Giraudo, Santona mummificata per 17 anni, a Mattino5 il Sindaco Beretta: “Nessuno sapeva”, ecco cosa è successo

graziella giraudo
Graziella Giraudo
Pubblicità

Oggi a Mattino 5 si tratta una spinosa questione e una sentenza destinata a cambiare un po’ le cose. Federica Panicucci lancia la storia di Graziella Giraudo, la santona mummificata e “conservata” in casa per 17 anni: “Succede che il corpo di una donna viene trovato in una casa mummificata da 17 anni, una santona e naturalmente ci si interroga sul perché, il motivo è semplice, familiari e adepti pensavano che potesse resuscitare”. La santona è stata trovata su una poltrona in condizioni davvero ottime, i devoti andavano a farle “visita”, era in una sorta di sudario, all’insaputa, sembra, del marito e di uno dei suoi figli. A parlare di quanto è accaduto è lo stesso sindaco Gianpaolo Beretta del piccolo borgo San Dalmazio: “Non si sapeva che il corpo fosse nella casa, è un paese piccolo e ci si conosce un po’ tutti, era nota la sua professione ma nessuno sapeva niente della mummia. Avevano detto che era andata via e chi la conosceva personalmente pensava quello”.

Pubblicità

GRAZIELLA GIRAUDO MUMMIFICATA? NESSUNO SAPEVA, LE PAROLE DEL SINDACO BERETTA

Alle sue dichiarazioni risponde subito Federica Panicucci incalzandolo e chiedendo come mai in un paese così piccolo in cui tutti sanno tutto, come è possibile che non si sapesse di questi gruppi di preghiera in questa casa in attesa della resurrezione? Anche in questo caso il sindaco liquida tutto con una “riservatezza” intrinseca nelle persone che abitano il paese: “Personalmente nessuno mi ha mai raccontato questo e nessuno ha narrato queste vicende“. A lui si unisce una vicina di casa che nega di aver visto un via vai di pellegrini e ammette: “Non ho visto mai nessuno e sapevo che la santona fosse partita ormai nel ’95“. Paolo Giordano, presente in studio, poi rilancia: “Ma queste persone che sono andate a pregare e che si sono trovate una persona morta e mummificata, ma come si può?” e il dottor Picozzi ha subito precisato: “Noi adoriamo in continuazione reliquie mummificate”. Benedicta Boccoli conclude: “Queste persone sembrano legate al paganesimo, che vogliono creare un legame tra la vita terrena e non, questo mi colpisce in un’epoca in cui siamo preparati e con un pulsante siamo nel mondo“.

Ecco il video del momento:

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità