GRIFFI/ E le sfide di domani per una profumeria multicanale

- La Redazione

GRIFFI BEAUTY STORE ha saputo adeguarsi alle profonde trasformazioni imposte dalla pandemia, riuscendo a incrementare la presenza online e in store

griffi16645jpg 640x300

Oltre a rappresentare la realtà di riferimento in campo beauty sia in Veneto che in Trentino, GRIFFI BEAUTY STORE ha saputo adeguarsi alle profonde trasformazioni imposte dalla pandemia, riuscendo a incrementare la presenza online e in store.

Il 2020 è stato un anno complicato, che ha messo in difficoltà anche molte realtà del settore profumeria e beauty. L’emergenza sanitaria ha condotto a restrizioni e limitazioni che hanno ridefinito il modo di acquistare delle persone, imponendo una trasformazione anche nelle modalità di vendita di piccole e grandi aziende.

È però un fenomeno con due facce. Perché se da una parte l’emergenza pandemica ha portato alla chiusura dei negozi, dall’altra è cresciuto fortemente il pubblico che si rivolge al web e alle opportunità di acquisto online.

Ci siamo accorti subito che molti clienti online erano nuovi e non avevano mai approcciato all’acquisto di prodotti tramite e-commerce”, ha dichiarato Sebastian Donà, e-commerce manager di GRIFFI. “Questo ci ha confermato che la direzione intrapresa anni fa con investimenti sul digital è quella giusta. Allo stesso tempo abbiamo potenziato la nostra rete sul territorio con il nuovo store in Corso Cavour, nel cuore di Verona: per noi offline e online devono correre insieme”.

Lo shopping online di profumi donna, uomo e make-up consente la rapida consultazione di ampi cataloghi e l’utente può procedere con l’ordine dei prodotti preferiti nello spazio di qualche click, ricevendo tutto a casa in completa sicurezza. D’altra parte, i negozi garantiscono quel contatto e quella confidenza che sono elementi costitutivi dell’identità di un’azienda storica come GRIFFI.

Con la pandemia e tutto ciò che è successo nel 2020, abbiamo capito l’importanza di restare sempre in contatto con i nostri clienti, e al tempo stesso metterci nelle condizioni di abbracciarne di nuovi. Gli ulteriori investimenti sul sito e-commerce hanno portato a un notevole aumento del fatturato e dei volumi, che sono risultati essere 5 volte più grandi rispetto lo stesso periodo del 2019”, ha aggiunto Sebastian Donà.

Malgrado difficoltà e incertezze dettate da una situazione oggettivamente complessa, GRIFFI è stata capace di restare vicina ai suoi clienti, assicurando l’acquisto dei prodotti più amati dei top brand nonostante le limitazioni. Ciò viene confermato dai volumi di vendita, molto più elevati rispetto agli anni precedenti. L’azienda può infatti misurarsi con le realtà leader in ambito beauty, proponendo brand quali Tom Ford, Acqua di Parma, Dior e altri.

La cura verso qualità di prodotti e servizi fa parte di GRIFFI ben prima dell’emergenza sanitaria, e nell’attuale complesso scenario di mercato e sociale, l’azienda ha dimostrato di essere capace di adattarsi e volgere lo sguardo al domani sempre con positività e ottimismo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA