GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1/ Bottas in pole position a Imola, battuto Hamilton!

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza Formula 1: Valtteri Bottas in pole position nel Gp Emilia Romagna 2020 a Imola con la Mercedes a caccia di un record storico.

Formula 1 Bottas
Formula 1 - Valtteri Bottas (Foto LaPresse)

Valtteri Bottas ha conquistato la pole position e dunque partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 dell’inedito Gran Premio dell’Emilia Romagna 2020 che ha riportato nel Circus il circuito di Imola dopo 14 anni di assenza. Un grande guizzo al momento giusto per Bottas, che con il tempo di 1’13″609 si è preso la soddisfazione di precedere Lewis Hamilton per 97 millesimi, togliendo all’iridato la gioia della pole position sulla pista di Imola, dove il ricordo di Ayrton Senna è ancora fortissimo. Il resto del mondo è lontanissimo dalle due Mercedes: infatti già il terzo posto di Max Verstappen sulla griglia di partenza Formula 1 porta l’olandese della Red Bull a un ritardo di 567 millesimi; al suo fianco un eccellente Pierre Gasly, che porta così al quarto posto e in seconda fila la Alpha Tauri. In terza fila ecco al quinto posto Daniel Ricciardo e in sesta posizione Alexander Albon, poi ecco la Ferrari con Charles Leclerc al settimo posto e la seconda Alpha Tauri di Daniil Kvyat ottavo. Chiudono la top 10 le due McLaren di Lando Norris e Carlos Sainz, tra i grandi esclusi dal Q3 purtroppo la seconda Ferrari di Sebastian Vettel e anche entrambe le Racing Point. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LOTTA PER LA POLE POSITION

Tutto è pronto adesso per le qualifiche che disegneranno il volto della griglia di partenza Formula 1 per il Gp Emilia Romagna 2020 ad Imola. Abbiamo già evidenziato che la Mercedes è a caccia di un record assoluto anche per quanto riguarda le pole position, perché non è mai successo che una scuderia conquistasse il 100% dei primi posti in qualifica in una singola stagione. Tanti ci sono andati vicini, ma almeno una è sempre sfuggita a chiunque: tra Imola, Istanbul, il doppio Bahrain e Abu Dhabi la Mercedes dovrà essere perfetta se vorrà scrivere anche questa pagina di storia. Infine, una curiosità: quella di Imola sarà la quinta gara stagionale con una denominazione inedita dopo i Gp Stiria, 70° Anniversario, Toscana ed Eifel: nei quattro precedenti abbiamo due pole position a testa per Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, chi riuscirà oggi a prendere il largo? Parola naturalmente alla pista di Imola e al cronometro per scoprirlo, siamo pronti per il via alle qualifiche per determinare la griglia di partenza Formula 1! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ULTIMO PRECEDENTE

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza Formula 1 per il Gp Emilia Romagna 2020, possiamo fare un tuffo nella storia per ricordare l’ultima volta di un Gran Premio iridato a Imola. Dobbiamo tornare al 2006, anno dell’ultimo Gp San Marino ospitato presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Il ricordo è particolarmente dolce per i tifosi del Cavallino Rampante, perché Michael Schumacher stabilì la pole position con il tempo di 1’22″795 e poi alla domenica avrebbe completato il trionfo andando a prendere anche la vittoria in gara. In grande evidenza anche la Honda, che piazzò Jenson Button al secondo posto per completare la seconda fila della griglia di partenza Formula 1 e poi Rubens Barrichello al terzo posto davanti a Felipe Massa con la seconda Ferrari, relegando così Fernando Alonso e la Renault al quinto posto e in terza fila al pari di Ralf Schumacher con la Toyota. Ottavo Kimi Raikkonen, che sarà di nuovo protagonista a 14 anni e mezzo di distanza. In gara come detto vinse Schumacher davanti ad Alonso, autore dunque di una bella rimonta al pari di Juan Pablo Montoya, risalito dal settimo posto al terzo gradino del podio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: OGGI A IMOLA

Tra poche ore scopriremo la griglia di partenza Formula 1 per il Gp Emilia Romagna 2020 a Imola, il tredicesimo appuntamento della stagione che è inedito per denominazione ma affascinante per ambientazione. Si tratta di un gradito ritorno per il calendario mondiale della Formula 1, dal quale Imola infatti mancava fin dal 2006, anche se dovuto al Coronavirus, inoltre siamo sicuri che già oggi la lotta per le migliori posizioni sulla griglia di partenza Formula 1 sarà bellissima, con l’avvincente lotta per raggiungere le massime prestazioni sul tracciato dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, con la Mercedes che di certo vorrà evitare di perdere il monopolio delle pole position stagionali mentre la Ferrari padrona di casa cercherà almeno di confermare i segnali di crescita mostrati nelle ultime uscite. I numeri della stagione 2020 in corso parlano infatti chiarissimo in Formula 1: senza girarci troppo attorno, solamente i piloti Mercedes finora sono partiti davanti a tutti sulla griglia di partenza e nemmeno la lotta interna è stata così grande, se si pensa che solamente tre volte è stato Valtteri Bottas l’autore della pole position.

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: I NUMERI RECENTI

Andiamo dunque ad esaminare che cosa ci dicono finora i numeri della griglia di partenza Formula 1 in questo curioso 2020, che ha già proposto dodici Gran Premi spesso vinti dalla Mercedes alla domenica, ma ancora più dominati da Stoccarda al sabato nelle qualifiche. Valtteri Bottas è riuscito a conquistare la pole position nella prima delle due gare in Austria e nella seconda delle due a Silverstone, impedendo così a Lewis Hamilton di fare doppiette di pole sulla stessa pista, poi si è preso la pole position anche tre settimane fa al Nurburgring, in compenso le altre nove sono andate tutte al campione del Mondo in carica, più dominante che mai quest’anno fin dal giro secco in qualifica, come ha dimostrato anche settimana scorsa a Portimao, dove scattando davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 ha poi superato definitivamente Michael Schumacher per numero di vittorie (92-91). Nelle pole position invece lo ha già staccato da tempo e d’altronde quella della Mercedes 2020 sulla griglia di partenza Formula 1 è una vera e propria dittatura, nemmeno scalfita da quegli imprevisti che a volte cambiano l’esito delle gare, mentre per la Ferrari il ricordo di un 2019 in cui Charles Leclerc fece addirittura più pole position di Hamilton sembra appartenere a un’altra epoca storica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA