GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP/ Bagnaia in pole position a Jerez! GP Spagna 2022

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza MotoGP, in occasione del GP Spagna 2022 oggi scopriremo chi sarà in pole position per la gara di domani a Jerez de la Frontera.

Bagnaia MotoGp
Motogp - Pecco Bagnaia (LaPResse)

GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP: FRANCESCO BAGNAIA IN POLE POSITION A JEREZ

Francesco Bagnaia ha ottenuto la pole position e di conseguenza partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza MotoGp domani, in occasione del Gran Premio di Spagna 2022 sul circuito di Jerez de la Frontera. Un grande acuto da parte di Pecco, il pilota Ducati ne aveva estremo bisogno dopo un complicato inizio di stagione: straordinario il tempo di 1’36”170, grazie al quale Bagnaia si è preso la prima pole position stagionale, sperando che sia la svolta del suo 2022. È anche il nuovo record della pista, addirittura con quattro decimi di miglioramento sul precedente.

Prima fila davvero di lusso per la griglia di partenza MotoGp a Jerez, perché al fianco di Bagnaia scatteranno il campione del Mondo in carica Fabio Quartararo dalla seconda casella e l’Aprilia di Aleix Espargaro in terza posizione. Segue Jack Miller, che è in quarta posizione con l’altra Ducati ufficiale davanti a Marc Marquez e Johann Zarco, che completano la seconda fila. Nella top 10 della griglia partenza MotoGp a Jerez ecco poi anche Takaaki Nakagami in settima posizione davanti a Marco Bezzecchi, Joan Mir e Jorge Martin. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per le qualifiche che naturalmente andranno a comporre la griglia di partenza MotoGp a Jerez de la Frontera, dove domani avrà luogo il Gran Premio di Spagna 2022, ma dobbiamo spendere qualche parola in più per analizzare la delicata situazione di Francesco Bagnaia, che sta faticando più del previsto fin dal sabato. I numeri sono piuttosto chiari: sei pole position nella scorsa stagione, ancora zero nel 2022. Non solo: cinque di quelle sei pole erano arrivate da settembre in poi, per cui Bagnaia si era presentato quest’anno come il potenziale dominatore assoluto delle qualifiche, invece è ancora a zero e raramente ha brillato.

Questi infatti sono i piazzamenti di Bagnaia sulla griglia di partenza MotoGp nella prima parte della stagione: nono in Qatar; sesto in Indonesia; tredicesimo in Argentina; terzo ad Austin; addirittura ventiquattresimo a Portimao. Quindi non solo zero pole, ma anche una sola partenza in prima fila più un’altra in seconda: il riscatto potrà arrivare oggi? Parola al cronometro e alla pista per scoprirlo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

In attesa di scoprire come si comporrà oggi la griglia di partenza MotoGp a Jerez de la Frontera, possiamo naturalmente ricordare che cosa era successo l’anno scorso in occasione del Gran Premio di Spagna del Motomondiale, con speciale riferimento al sabato. Le qualifiche avevano esaltato la Yamaha, grazie alla pole position di Fabio Quartararo con il tempo di 1’36”755 ma anche al secondo posto di Franco Morbidelli, che aveva dovuto superare il Q1 ma poi si prese la seconda casella sulla griglia di partenza MotoGp, superando anche i due piloti ufficiali Ducati.

Jack Miller aveva infatti completato la prima fila con il terzo posto, mentre Francesco Bagnaia aveva aperto la seconda piazzandosi al quarto posto delle qualifiche, davanti alla Honda di Takaaki Nakagami e alla Ducati privata di Johann Zarco. In gara tuttavia ci sarebbe stato poi il crollo di Quartararo al tredicesimo posto, con doppietta Ducati grazie al successo di Miller davanti a Bagnaia e il terzo posto di Morbidelli per salvare l’onore Yamaha e portare due piloti italiani sul podio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MOLTE INCOGNITE!

Tra poche ore si comporrà la griglia di partenza MotoGp, che naturalmente scaturirà dalle qualifiche del Gran Premio di Spagna 2022 sul circuito di Jerez de la Frontera, che sta ospitando il sesto atto della stagione del Motomondiale che ormai entrato decisamente nel vivo. Il weekend sarà come sempre molto interessante sul circuito intitolato alla memoria di Angel Nieto, che è un appuntamento fra i più classici della stagione, dal momento che si disputa fin dal 1987 per il Motomondiale.

Le incognite sono molte, anche perché la stagione finora ha fornito indicazioni contraddittorie nelle due gare in Asia e poi in Argentina e in Texas, prima della vittoria del campione del Mondo in carica Fabio Quartararo a Portimao. Essere il più avanti possibile sulla griglia di partenza MotoGp non guasta mai; in generale, tuttavia, dobbiamo dire che in MotoGp non sembra essere così importante fare la pole position: solamente sei volte su 18 GP nella scorsa stagione chi fece la pole position tagliò il traguardo in prima posizione sotto alla bandiera a scacchi, trend confermato – e anzi accentuato – anche nelle prime cinque uscite della nuova stagione, con un solo vincitore che era partito davanti a tutti sulla griglia di partenza MotoGp.

GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP: I NUMERI RECENTI

Presentando la situazione in attesa di conoscere la griglia di partenza MotoGp, possiamo ricordare che ad inizio marzo a Losail Jorge Martin è partito davanti a tutti sulla griglia di partenza MotoGp ma infine ha vinto Enea Bastianini, mentre due settimane più tardi a Mandalika la pole position era andata a Fabio Quartararo ma in gara ha vinto Miguel Oliveira. Di certo, Martin e Quartararo sono due fra i piloti più forti sul giro secco. La pole position in Qatar è arrivata dopo le quattro che il pilota spagnolo della Ducati Pramac aveva saputo conquistare nel 2021, cioè quella nel secondo GP a Losail (l’anno scorso si disputò pure un GP Doha in Qatar), entrambe quelle del doppio appuntamento in Austria e infine la pole position anche dell’ultima gara a Valencia.

Fabio Quartararo infilò nella griglia di partenza Motogp cinque pole position consecutive dalla terza alla settima gara della stagione, poi però si era bloccato ed è tornato solamente in Indonesia ad essere il più veloce di tutti al sabato. Curioso comunque pensare che il primo a fare doppietta pole position-vittoria sia stato invece Aleix Espargaro con l’Aprilia, certamente non il binomio più atteso, ma semplicemente perfetto nonostante tutte le difficoltà del pazzo weekend a Termas de Rio Hondo. Una settimana più tardi ad Austin, ci furono la seconda pole position stagionale per Jorge Martin al sabato e la seconda vittoria di Enea Bastianini alla domenica, un ”tandem” molto gradito al romagnolo del Team Gresini. Infine a Portimao festa francese, ma con Johann Zarco per la prima volta in pole position nel 2022 prima del successo di Quartararo. Adesso speriamo in segnali di ripresa da parte di Francesco Bagnaia, fino a questo momento francamente deludente, pensando che Pecco fu il re delle pole position nel 2021: che cosa dirà il cronometro?





© RIPRODUZIONE RISERVATA