GRUPPO TREMAGI/ Cerved conferma il rating B1.1 alla holding che controlla Illumia

- La Redazione

Cerved Rating Agency ha confermato per il Gruppo Tremagi il rating pubblico B1.1, che equivale a BBB+/BBB per S&P e Fitch e Baa1/Baa2 per Moody’s

Trader-Borsa_Usa_Lapresse
Lapresse

Cerved Rating Agency ha confermato per il Gruppo Tremagi il rating pubblico B1.1, che equivale a BBB+/BBB per S&P e Fitch e Baa1/Baa2 per Moody’s. Il risultato lo colloca tra i più affidabili operatori del settore, grazie alla capacità del Gruppo di affrontare le sfide e le tante incertezze del mercato e a cui si sono sommate nel primo quadrimestre del 2020 le circostanze eccezionali dovute alla pandemia Covid19 che hanno stravolto le previsioni di mercato.

Il Gruppo Tremagi, holding che controlla le azioni di Illumia, ha invece dato prova di consistente stabilità economico-finanziaria, confermando l’investment grade di Cerved Rating Agency. I principali dati del bilancio consolidato 2019, redatti secondo i principi contabili internazionali (IAS/IFRS), segnano un aumento dell’1,6% del Valore della Produzione che raggiunge 916,7 milioni di euro. In crescita anche il Gross Margin e l’Ebitda Reported che salgono rispettivamente del 7,3% e del 11% rispetto al 2018, attestandosi a 53,2 e 22,3 milioni di euro.

Il risultato è veicolato da un ottimo andamento delle società core del gruppo (Illumia e Wekiwi). Illumia, infatti, ha realizzato nel 2019 risultati importanti, con, un incremento del 23% dei volumi venduti di gas e una forte crescita pari al 72% del fatturato web. Altrettanto positivi sono i risultati raggiunti da Wekiwi, lo spin off partito nel 2016 come primo e unico venditore di energia e gas esclusivamente digital, che ha registrato un fatturato pari a 30,56 milioni di euro, con una crescita del 67% rispetto al 2018.

“Non possiamo che essere profondamente orgogliosi dei risultati ottenuti nel 2019 e della conferma del rating Cerved, che consolida l’affidabilità del gruppo in tempi così incerti” ha dichiarato Marco Bernardi, Presidente di Illumia. “Siamo abituati a navigare in acque insidiose, muovendoci in un mercato che da anni ci promette certezze normative che puntualmente vengono deluse. Il Covid è un’onda impegnativa, ma siamo allenati per questo e le performance conseguite ci permettono di guardare al futuro con positività e ambizione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA