GUARDIOLA NUOVO ALLENATORE JUVENTUS?/ Moggi: “È lui la prima scelta ma…”

- Silvana Palazzo

Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus? Luca Toni dice la sua, ma spuntano nuove voci

guardiola allenatore juventus
Josep Guardiola, allenatore del Manchester City (Foto LaPresse)

Luciano Moggi ha le idee chiare sul futuro allenatore della Juventus: sarà Pep Guardiola il nuovo allenatore. Per l’ex direttore generale bianconero è il manager del Manchester City il prescelto. «La prima scelta della Juventus è Guardiola», ha dichiarato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ma se così fosse, perché non c’è stata ancora una svolta ufficiale: «Stanno aspettando di capire se il Manchester City giocherà la Champions League», ha dichiarato Moggi. Questa è dunque la ragione per la quale resta in piedi l’ipotesi Maurizio Sarri. «In caso contrario è pronto». A tal proposito Moggi ha proseguito: «Può arrivare da un momento all’altro, il Chelsea lascia la libertà di negoziare. La sicurezza non ce la metterei, è evidente che ci sono diverse cose da smaltire». L’ex dirigente bianconero ha poi fatto una battuta: «Ho sentito l’ultima intervista, forse sta preparando i vestiti». (agg. di Silvana Palazzo)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS: SARRI SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE?

Guardiola e la Juventus, storia di un sogno dai contorni misteriosi. Le voci sull’allenatore del Manchester City hanno scatenato il caos in Italia, al punto tale che sono state definite delle “bufale”. Eppure ci sono addetti ai lavori e giornalisti convinti che non siano solo indiscrezioni. Luigi Guelpa, collega de Il Giornale, è stato uno dei primi, ad esempio, ad avanzare l’ipotesi Guardiola per la panchina della Juventus. Ne parlò già diversi mesi fa, ma ai microfoni di Radio CRC ha ribadito questa possibilità, escludendo la pista Sarei. «Lo metto in discussione, perché non è così. Manca l’ufficialità, vado avanti all’infinito a parlare ancora di Guardiola». Inoltre, ha smentito il fatto che il fratello di Guardiola sia indispettito dalle voci: «Sarri sta diventando lo specchietto delle allodole della Juve per l’affare Guardiola. La verità è che Agnelli sta sistemando tutta una serie di clausole per il contratto dello spagnolo». Al momento si è nel campo della finanza, non più quello del calcio: «C’è tutto un corollario di valutazioni da fare. Guardiola viene ancora trattato, Sarri è solo il “Piano B” per la Juventus». (agg. di Silvana Palazzo)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS, LUCA TONI: “PRIMA O POI ARRIVERÀ”

Il campione del mondo 2006, Luca Toni, ha detto la sua sul possibile sbarco di Pep Guardiola alla Juventus. L’operazione sembrerebbe molto complessa alla luce degli ultimi risvolti, e anche l’ex attaccante dell’Hellas di Verona sembra molto scettico: «Io sono sicuro che un giorno Guardiola verrà ad allenare in Italia – le parole rilasciate ai microfoni di Tuttojuve.com – questo me lo ha ribadito. Bisognerà vedere quando si stancherà in Inghilterra, è una persona che comunque ha sempre onorato i contratti e non è mai stato mandato via. Non so quale sarà l’idea, la mia sensazione è che quando risolverà col City verrà nel nostro paese». Secondo Toni, l’opzione sarebbe ovviamente interessante: «Per la Juventus sarebbe un affare, ovunque è andato ha imposto il suo calcio e un nuovo modo di giocarlo. Ha sempre vinto, anche se con il Manchester non è riuscito ad avvicinarsi alla coppa». Guardiola sembra destinato a rimanere per un’altra annata all’Etihad Stadium, mentre Maurizio Sarri sembrerebbe sempre più pronto allo sbarco a Torino. Con il Chelsea sarebbe ormai tutto fatto e si attende solamente che si sblocchi la questione della “penale” da 6 milioni di euro: annuncio atteso a breve. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? LA CHIAVE…

Luca Toni: “Prima o poi arriverà”Pep Guardiola allenatore della Juventus? Ipotesi, al netto delle smentite di rito, tutt’altro che peregrina. Parola del quotidiano “La Repubblica”, che nelle ultime ore ha preso posizione per spiegare come l’attuale manager del Manchester City sia realmente nel mirino della Vecchia Signora, nonostante il diretto interessato negli ultimi giorni abbia ribadito la sua volontà di restare sulla panchina dei Citizens. Secondo Repubblica, infatti, “le voci non sono infondate” e molto potrebbe dipendere dall’eventuale sanzione che l’Uefa avrebbe in serbo nei confronti del Manchester City. Le decisioni che verranno prese nei prossimi giorni a Nyon potrebbero impedire al Manchester City di disputare la prossima edizione della Champions: un motivo che potrebbe portare Guardiola dritto a Torino. (agg. di Dario D’Angelo)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? LE PAROLE DI THURAM

Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus? Una domanda da un milione di dollari a cui ora come ora è molto complicato rispondere. Negli ultimi giorni le indiscrezioni si sono moltiplicate e per molti oggi, 4 giugno 2019, dovrebbe essere il giorno del grande annuncio. Vedremo se arriverà qualche comunicato entro la serata di oggi, anche se al momento le strade portano più verso Maurizio Sarri che verso il Pep, tenendo conto anche delle ultime dichiarazioni rilasciate dallo stesso catalano in merito al proprio futuro. Nel frattempo sono molti coloro fra gli addetti ai lavori che hanno espresso il proprio pensiero sulla vicenda, a cominciare da un grande ex come Lilian Thuram, che a margine della presentazione di un libro ha confessato: «Credo che Guardiola sia veramente un grande allenatore – le sue parole riportate da Calciomercato.com – ma per dire la verità mi sembra difficile lasci il Manchester City». Secondo il francese, la Juventus riuscirà comunque a vincere indipendentemente da chi siederà sulla sua panchina: «La Juve ha sempre avuto grandi allenatori – ha aggiunto – e il calcio è bello perché puoi vincere in mille modi diversi. Puoi vincere con Guardiola o con Klopp, che non sono la stessa cosa, la Juventus ha vinto tanti campionato di fila con un allenatore molto bravo e io sono sicuro che alla fine arriverà una allenatore in gamba perché i dirigenti della Juve hanno sempre fatto bene le cose». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? PARLA FILIPPETTI

Su Guardiola nuovo allenatore della Juventus si parla come di un affare fatto a Londra. E’ pronto a garantirlo il giornalista de Il Sole 24 Ore, Simone Filippetti, che pur non occupandosi direttamente di sport, frequentando per lavoro gli ambienti economici della City ha affermato di aver avuto conferme dirette riguardo l’approdo del tecnico catalano a Torino. “Sì, nell’ambiente londinese che bazzico per lavoro convergeva, la scorsa settimana, in uno scenario in cui Guardiola sarebbe il prossimo allenatore della Juventus. A parer loro, l’affare è concluso e lo hanno argomentato con una serie di sponsor che sosterrebbe l’ingaggio del tecnico spagnolo. Da quel che comprendo, i nodi sono due: il problema a liberarsi dal Manchester e lo stipendio che non è compatibile per quelle che sono le politiche e il budget di un club come quello bianconero. I rumors vengono da ambienti inglesi e non da quelli italiani, in Italia per la maggiore si parla di Sarri. Qui interessa questo discorso perché se Guardiola dovesse andare dal City indipendentemente da dove vada si aprirebbe così un valzer sulle altre panchine. Questa notizia arriva un po’ come sponda dal calciomercato inglese. L’idea che mi sono fatto è che i protagonisti hanno buon gioco per queste voci, hanno piacere che vengano divulgate. La società Juventus ha un atteggiamento ambiguo, a mio parere sta trattando su più tavoli e il tecnico del City mi sembra la scelta numero uno. Rispetto a Ronaldo, l’affare forse è più complicato e ripiegherebbero su Sarri che è comunque un allenatore vincente“. Nelle prossime ore sapremo se Pep Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus. (agg. di Fabio Belli)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? ULTIME INDISCREZIONI

Nuovo allenatore Juventus, Guardiola o Sarri? Enigma in casa bianconera sul successore di Massimiliano Allegri, si moltiplicano le indiscrezioni, Su Tutto Juve, Andrea Bosco ha spiegato: «Qualcuno mi ha detto che la Juventus avrebbe bloccato a Torino una decina di abitazioni. E il profilo del “bloccaggio“ farebbe pensare più a Guardiola che a Sarri. C’è chi riferisce che Guardiola sarebbe stato “convinto“ dalla possibilità che il Manchester venga escluso dalla Champions per illeciti finanziari relativi al 2014». Il giornalista ha poi aggiunto: «E come ovvio, dopo il 2014, vengono il 15, il 16, il 17, il 18 e il 19. E hai visto mai, cosa possono aver combinato gli sceicchi in tutto quel tempo? L’Uefa ancora non ha deciso, ma gli spifferi girano e stanno diventando tornado». Questo, invece, il parere dell’ex bianconero Lilian Thuram: «Credo che Guardiola sia veramente un grande allenatore, ma per dire la verità mi sembra difficile lasci il Manchester City. La Juve comunque ha sempre avuto grandi allenatori e il calcio è bello perché puoi vincere in mille modi diversi. Puoi vincere con Guardiola o con Klopp, che non sono la stessa cosa, la Juventus ha vinto tanti campionato di fila con un allenatore molto bravo e io sono sicuro che alla fine arriverà una allenatore in gamba perché i dirigenti della Juve hanno sempre fatto bene le cose». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

GUARDIOLA, LONTANO O VICINO DALLA JUVENTUS?

Pep Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus? A leggere le dichiarazioni dei protagonisti parrebbe di no: lo stesso catalano, come riportato in precedenza, ha parlato di un futuro a breve termine ancora con il Manchester City e già Jurgen Klopp aveva rilasciato dichiarazioni interessanti sul grande rivale dell’ultima Premier League, affermando che “con Guardiola ci siamo promessi che il prossimo anno ci prenderemo ancora a calci nel fondoschiena”. Se volessimo prendere per oro colato queste parole, potremmo dire che la corsa alla panchina dei bianconeri si riduce a due candidati: Mauricio Pochettino è sempre più lontano dal Tottenham, di Maurizio Sarri si parla a ripetizione nelle ultime ore e in più Emerson Palmieri, dal raduno dell’Italia, si è rivolto all’allenatore del Chelsea parlandone già al passato (“per me doveva rimanere”). Tuttavia il manager argentino potrebbe finire al Manchester City e Sarri sarebbe anche in corsa per la panchina della Roma, o magari per sostituire lo stesso Pochettino a White Hart Lane: insomma, il rebus non è ancora completato e manca ben più di un pezzo da incastrare. (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? PARLA DE MAGGIO

Non ci sono ancora conferme sulla possibilità che Pep Guardiola diventi il nuovo allenatore della Juventus: del fatto che il matrimonio non si farà è convinto Valter De Maggio, che è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli e ha detto la sua sulla telenovela che si sta allungando a dismisura. “Dobbiamo cancellare il nome di Guardiola dalla lista dei candidati” ha detto in maniera chiara e sicura. Tuttavia, anche lui si è discostato dall’ipotesi Maurizio Sarri che nelle ultime ore viene spinta e ripresa da tutti i media: il nome fatto dal giornalista è quello di Mauricio Pochettino, del quale si era parlato in passato e che anche prima della finale di Champions League aveva lasciato intendere la possibilità di lasciare il Tottenham. Per quelle che sono altre indiscrezioni, il tecnico argentino sarebbe in trattativa proprio con il Manchester City per prendere il posto dello stesso Guardiola, come avevamo scritto qualche giorno fa; vedremo quello che succederà, come già riferito la Juventus sta comunque lavorando nell’ombra senza dare alcuna indicazione circa il sostituto di Massimiliano Allegri, e allora è lecito aspettarsi che nei prossimi giorni possa anche arrivare un annuncio. (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? LE VOCI DALL’INGHILTERRA

In Inghilterra sono ancora convinti che Pep Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus: lo dice Simone Filippetti, giornalista de Il Sole 24 Ore che sostiene come il mondo della finanza inglese dia per certo l’approdo del tecnico catalano sulla panchina che, almeno ufficialmente, è ancora in mano a Massimiliano Allegri. A questo punto comunque appare chiaro un dato: la Juventus non farà sapere nulla fino anche il nuovo allenatore non avrà firmato. Certo: se alla fine il tecnico dovesse essere Maurizio Sarri ci sarebbe stato ben più di un indizio, se non altro il fatto che tutti i media ormai riportano come imminente un accordo. Se al contrario sarà Guardiola a sedersi sulla panchina dei bianconeri, come anche un allenatore del quale si parla poco in questo momento, ancora una volta Andrea Agnelli sarà riuscito a spiazzare e depistare tutti. Noi de IlSussidiario.net, del resto, ripetiamo da settimane che il vero obiettivo dei campioni d’Italia resta Guardiola; questo però non cancella la possibilità che con l’attuale manager del Manchester City non si riesca a trovare l’accordo, magari perchè gli stessi Citizens non intendono liberarlo… (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? PARLA LUI

Pep Guardiola non ha la minima intenzione di mollare il Manchester City: le sue dichiarazioni allontanano definitivamente l’opzione come nuovo allenatore della Juventus? Il tecnico spagnolo è stato intercettato tra gli spettatori della partita di basket (playoff della Liga) tra Manresa e Real Madrid, e ha risposto alle inevitabili domande sul futuro: “In Inghilterra ci sono cinque squadre molto forti e per questo la Premier League è una competizione molto dura”. Guardiola ha anche detto di avere una bella rivalità con Jurgen Klopp ma anche con altri allenatori, e poi ha lanciato la frase che allontana la Juventus: “Il prossimo anno ripartiremo da zero e vedremo quello che succederà”, ha detto con riferimento al campionato inglese, che come sappiamo ha vinto per la seconda volta consecutiva al termine di uno strepitoso duello con il Liverpool. Insomma: almeno “pubblicamente” Guardiola pensa al Manchester City come alla prossima squadra che allenerà. Il che non significa per forza di cose che la Juventus non stia comunque trattando con lui, ma se vogliamo credere allo spagnolo le piste bianconere dovrebbero condurre da un’altra parte… (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? L’INDIZIO SUL SITO

Pep Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus? In questo momento di grande incertezza tutto fa brodo: i bianconeri, stando alle indiscrezioni sempre più forti dei media, starebbero soprattutto lavorando su Maurizio Sarri che deve ancora liberarsi dal Chelsea ma, come abbiamo più volte ripetuto sulle pagine de IlSussidiario.net, sotto traccia c’è un accordo in divenire con il tecnico catalano e il fatto che ancora non si arrivi alla firma potrebbe significare che effettivamente si stia concretizzando un’operazione economicamente tutt’altro che semplice. Poi ci sono gli indizi del web: ricorderete la Instagram story di Miralem Pjanic e quel “Port Joseph” che spuntava sotto il pontile. Ebbene, sul sito ufficiale di Guardiola compare una frase che qualche tifoso della Juventus ha già interpretato come una rivelazione sulla destinazione bianconera. “Sono pronto per superare questa prova… sarà un viaggio difficile ma sarò determinato fino alla fine. Le ultime tre parole sono il motto della Juventus: che Pep stia dicendo che tra poco firmerà con i campioni d’Italia? Chissà, non resta che aspettare ma a questo punto, esaurite anche le due competizioni internazionali, ogni momento potrebbe essere quello buono per un grande annuncio… (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? L’INTRECCIO CON POCHETTINO

Pep Guardiola continua ad essere il preferito dal presidente Andrea Agnelli come nuovo allenatore Juventus, oltre che sogno dei tifosi bianconeri. Sappiamo bene che ormai in pole position per la panchina della Juventus c’è un altro nome (ci riferiamo naturalmente a Maurizio Sarri), ma c’è ancora una speranza di vedere invece proprio Pep Guardiola alla Juventus. Secondo quanto scrive ‘Libero’, il destino futuro di Pep si intreccerebbe al futuro di Mauricio Pochettino, che potrebbe salutare il Tottenham dopo la sconfitta nella finale di Champions League con il Liverpool. Se gli Spurs dovessero liberare Pochettino, l’argentino potrebbe accasarsi proprio al Manchester City e creare così un effetto domino con il conseguente possibile approdo di Guardiola alla Juventus. Scenario che resta comunque complicato, visto che il presidente del Tottenham Levy potrebbe chiedere 30-40 milioni di euro per lasciar partire Pochettino e naturalmente il City eviterebbe di spendere questi soldi per un altro tecnico quando hai già a tua disposizione Guardiola – a meno che sia il catalano a chiedere espressamente di andare via. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? STAMPA DIVISA

Su Pep Guardiola i tifosi della Juventus non hanno dubbi: è lui l’allenatore giusto per ripartire nella prossima stagione. Ma la stampa, soprattutto quella italiana, è divisa. C’è chi ritiene che sia Maurizio Sarri l’allenatore in pole per la panchina, chi invece è convinto che sia il manager del Manchester City il favorito. Ad esempio Ilario Di Giovambattista, giornalista di Radio Radio, attraverso il suo profilo ufficiale di Twitter ha commentato l’ipotesi Guardiola e detto la sua sulle possibilità che diventi l’allenatore della Juventus. «Sarà una illusione come dicono esimi giornalisti ma alcuni tasselli portano #Guardiola alla @juventusfc. #Agnelli non vuole un bravo mister, vuole il top». In merito a Sarri ha spiegato: «Non sarebbe un ripiego ma abbinare Guardiola a #Cr7 è da livelli planetari. “Chi vivrà vedrà” cit. Nedved». Proprio l’affare Cristiano Ronaldo ha dimostrato che niente è impossibile nel calcio, sarà così anche per la panchina?

GUARDIOLA ALLA JUVENTUS? “LA ROMA CI SPERA…”

Mentre in Italia si parla del suo possibile arrivo alla Juventus, Pep Guardiola si gode le meritate vacanze. Stasera l’allenatore del Manchester City è stato avvistato al Pabellon Nou Congost di Manresa per la sfida di basket tra il Baxi Manresa e il Real Madrid. L’ex Barcellona è stato inquadrato insieme al padre Valentì e al presidente del Baxi Manresa, Josep Saez. Lui ha educatamente salutato, intanto i tifosi bianconeri continuano a sognarlo sulla panchina che un tempo era di Allegri. A fare il tifo, per così dire, c’è pure la Roma, che così potrebbe fare un tentativo per Sarri. Nei mesi scorsi, secondo il Corriere della Sera, c’è stato più di un sondaggio da parte del club giallorosso, a cui l’ex allenatore del Napoli avrebbe dato anche una disponibilità di massima. Quando è arrivata la Juventus, la Roma è finita nelle retrovie, ma se l’ipotesi bianconera dovesse cadere, allora da Trigoria tornerebbero alla carica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA