Guardiola nuovo allenatore Juventus?/ I bookmaker credono in Sarri, ma Pep “regge”

- Matteo Fantozzi

Guardiola nuovo allenatore della Juventus: Paratici smentisce, ma i tifosi bianconeri potrebbero rimanere delusi da qualsiasi altro nome che non porti al tecnico catalano.

guardiola juventus
Pep Guardiola (La Presse)

Le quote che riguardano il nome di Pep Guardiola come nuovo allenatore della Juventus sono in ascesa: Sisal Matchpoint riporta oggi a 3,50 il valore della scommessa sul tecnico catalano come successore di Massimiliano Allegri. Bisogna ovviamente ricordare che si tratta di bookmaker, e che dunque per quanto possano risultare “accurate” le scommesse sono ipotesi; solo pochi giorni fa per esempio le quote sull’arrivo di Guardiola alla Juventus erano state addirittura sospese, mentre a lunedì 27 maggio quelle su Maurizio Sarri hanno un valore di 1,50 volte la puntata che farebbero dell’attuale allenatore del Chelsea il grande favorito per la panchina bianconera. Non è del resto un mistero o una novità che sia lui, proprio insieme a Guardiola, il nome forte; attenzione però al calo fatto registrare da Mauricio Pochettino che da 9,00 è passato a 5,00 restando comunque alle spalle dei due favoriti. Simone Inzaghi, che sarebbe comunque in lizza, ha un valore stabile di 12,00 volte la cifra messa sul piatto; vedremo cosa succederà, già domani questo quadro tracciato dai bookmaker potrebbe essere diverso… (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ANNUNCIATO GIA’ MARTEDì?

Pep Guardiola sarà il nuovo allenatore della Juventus? Le voci si rincorrono impazzite, a fare chiarezza prova anche JuveLive.it che conferma le indiscrezioni che anche da queste pagine avevamo lanciato, ovvero il fatto che i bianconeri abbiano già un accordo con i bianconeri. Non solo: c’è anche la data dell’annuncio che sarebbe addirittura domani, mentre la presentazione sarebbe confermata per il 14 giugno come detto giorni fa. Tuttavia, a Radio Kiss Kiss Napoli, Valter De Maggio ha detto altro: ovvero che la Juventus stia aspettando la finale di Champions League per annunciare uno tra Jurgen Klopp e Mauricio Pochettino. Non sarebbe invece Maurizio Sarri il prossimo allenatore dei campioni d’Italia: “Lo dico con assoluta certezza, me l’ha detto una fonte importante e autorevole”. Il che risulta appunto anche a IlSussidiario.net che rilancia l’ipotesi Guardiola: se domani il tecnico catalano firmerà avremo la conferma, altrimenti bisognerà ancora aspettare qualche giorno per risolvere definitivamente il rebus legato al nome del nuovo allenatore della Juventus… (agg. di Claudio Franceschini)

SALGONO LE QUOTAZIONI DI SARRI

La Juventus ha deciso il suo nuovo allenatore? Secondo Sky Sport sì, e sarebbe Maurizio Sarri: la notizia è quella che riportavamo già qualche giorno fa, secondo cui i bianconeri aspetterebbero (logicamente) la finale di Europa League per affondare definitivamente il colpo sul tecnico del Chelsea. Il quale è ancora sotto contratto con i Blues, ma può liberarsi: il suo procuratore Fali Ramadani incontrerà Marina Granovskaia e tratterà la buonuscita, forte del fatto che il Chelsea abbia già il sostituto in Frank Lampard, che ha concluso la stagione sulla panchina del Derby County e sarebbe graditissimo ritorno. Tuttavia, ci sarebbe di più: infatti la Juventus vorrebbe anche aspettare la finale di Champions League (il primo giugno) per eventualmente sondare il terreno per Jurgen Klopp e Mauricio Pochettino, che secondo Sky Sport sarebbero ancora forti candidati alla panchina qualora non si riuscisse a chiudere con Sarri. Sullo sfondo resta Pep Guardiola, il cui nome resta sempre nella lista dei papabili per tutto quello che abbiamo detto nei giorni scorsi. Anzi: il fatto che il catalano in queste ore non sia più al centro delle indiscrezioni potrebbe deporre in suo favore… (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI FRANCESCO REPICE

Sarà davvero Pep Guardiola il nuovo allenatore della Juventus? Le voci si susseguono da giorni, domenica sembrava che i bianconeri avessero “virato” in maniera definitiva su Maurizio Sarri ma già lunedì mattina sono arrivate indiscrezioni – nuove o riproposte – secondo cui l’attuale tecnico del Manchester City continuerebbe a essere in pole position per sostituire Massimiliano Allegri, avendo già firmato un precontratto e mandato “in esplorazione” la moglie, avvistata a Torino per noleggiare un’auto. Intanto gli addetti ai lavori dicono la loro: è il caso di Francesco Repice, stimato radiocronista della Rai che, intervistato da footballnews24.it, ha risposto ad alcune domande sulla Juventus e ovviamente anche a quella sul presunto arrivo di Guardiola. “Non so se sarà lui il prossimo allenatore” ha detto, volendo soprattutto sottolineare come per lui o per chiunque arriverà non sarà affatto semplice fare meglio di Allegri. “Se Guardiola dovesse arrivare e ripetere i successi del suo predecessore avrebbe fatto un lavoro magnifico, come del resto è stato quello dello stesso Allegri”. Insomma, sul nome del nuovo allenatore non ci si sbilancia: sarà questione di tempo, anche perchè proprio ieri Fabio Paratici ha rivelato come la Juventus non intenda dire nulla fino al termine delle competizioni – cosa che nel caso sarebbe un indizio per Maurizio Sarri o eventualmente Mauricio Pochettino… (agg. di Claudio Franceschini)

LA CLAUSOLA “PRO-JUVENTUS”

La Juventus pensa ancora a Pep Guardiola come nuovo allenatore? Sembrerebbe di sì: come spiegato da Luigi Guelpa, giornalista de Il Giornale, sembra che il tecnico catalano stia davvero trattando con i bianconeri per la prossima stagione. “Si sta ragionando sulle cifre” dice Guelpa, che aggiunge come il contratto in essere con il Manchester City possa non essere un problema qualora Guardiola sia realmente motivato a cambiare aria. Le percentuali secondo il giornalista indicano un 70% di possibilità che lo spagnolo diventi l’allenatore della Juventus, contro il 30% in questo momento assegnato a Maurizio Sarri che resta la prima opzione. Inoltre, nel contratto che Guardiola ha con il City ci sarebbe una clausola che lo libererebbe automaticamente in caso di sanzioni in materia di Fair Play Finanziario che facciano fuori gli inglesi dalle competizioni europee. Come sappiamo, il Manchester City rischia di non giocare la prossima Champions League per irregolarità che risalgono a cinque anni fa… (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI FABIO PARATICI

Guardiola nuovo allenatore della Juventus resta una affascinante suggestione, ma obiettivamente ci dovrebbero essere altre ipotesi più probabili e dunque dobbiamo considerare Pep solo come una possibile alternativa a sorpresa se si realizzeranno condizioni particolari – cioè Manchester City escluso dalla prossima Champions League. Il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici, ai microfoni di Dazn prima dell’ultima gara di campionato contro la Sampdoria, è stato molto chiaro in proposito: “Guardiola? Credo che questo sia un mondo un po’ strano in questo momento perché non abbiamo avuto contatti, non ci abbiamo neanche mai pensato, perché è sotto contratto, per mille motivazioni, quindi mi sembra molto strano tutto questo. Ma questo è il nostro mondo, lo accettiamo e basta”. Le parole di Paratici non lasciano molto spazio a speranze, ma nulla vieta ai tifosi della Juventus di sognare ancora… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE INDISCREZIONI A FAVORE DI GUARDIOLA

In questo momento sembra che Maurizio Sarri possa davvero essere il nuovo allenatore della Juventus, ma il calciomercato nei giorni scorsi ha fatto registrare importanti scossoni anche in favore di Pep Guardiola, che continua a essere il favorito dai tifosi e soprattutto il primo nome sulla lista della dirigenza bianconera. Ad esempio ci sarebbe quella notizia legata al precontratto firmato dal catalano, una voce che da più parti ha trovato conferme; inoltre Paolo Paganini, conduttore di Calcio e Mercato su Rai Sport, aveva lanciato l’indiscrezione secondo cui la moglie di Guardiola abbia preso informazioni per affittare un’automobile dalla stessa azienda che noleggia le macchine ai dirigenti della Juventus. Vista a Torino, la signora Guardiola fornirebbe dunque un prezioso indizio; sono giorni di grande attesa per i supporter bianconeri, qualcuno giura che una volta terminato il campionato di Serie A (dunque dopo la serata di domenica) possa arrivare l’annuncio ma in questo caso il Manchester City dovrebbe avere già in tasca il nome del sostituto dello spagnolo. Vedremo, di sicuro in questi giorni abbiamo assistito a svariati retroscena e smentite, tanti candidati che si sono alternati in pole position nelle voci che li accostano alla panchina della Juventus ma le certezze, sempre che si possano chiamare tali, esistono solo nelle stanze della Continassa. (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA NUOVO ALLENATORE JUVENTUS? VOCI INSISTENTI SU SARRI

Secondo il giornalista di SportNews Snai Tancredi Palmeri, la Juventus avrebbe scelto il nome del suo allenatore: non Pep Guardiola ma il già nominato Maurizio Sarri, che è sempre stato nei pensieri della società bianconera. Ci sarebbero anche le cifre per un contratto triennale a 6 milioni di euro a stagione più uno di bonus, o comunque una cifra totale che raggiungerebbe i 7 milioni. Sarri è ancora sotto contratto con il Chelsea ed eventualmente dovrebbe trovare il modo di liberarsi: come detto in precedenza, Marina Granovskaia potrebbe chiedere una penale che raggiunga i 25 milioni che potrebbero essere comprensivi del cartellino di Jorginho, a questo punto nuovo rinforzo della Juventus e regista che seguirebbe il suo tecnico per il quinto anno consecutivo. Da vedere però se sarà così: restano ancora vive le indiscrezioni sul precontratto firmato da Guardiola – mentre ora si dice che lo stesso Sarri ne avrebbe sottoscritto uno – e appunto bisognerà capire, ed eventualmente lo si saprà solo dopo la finale di Europa League – se e in che modo il toscano riuscirà a uscire dal vincolo contrattuale che lo lega al Chelsea. Qualcuno oggi ha addirittura ipotizzato che la Juventus abbia stretto i tempi per arrivare a Jurgen Klopp, sulla carta blindatissimo a Liverpool: le voci si inseguono impazzite… (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI AVANZA

Chi sarà il nuovo allenatore della Juventus? Al momento il nome di Pep Guardiola sembrerebbe allontanarsi: le ultime notizie infatti dicono che in pole position ci sia Maurizio Sarri, che eventualmente non sarebbe annunciato prima della finale di Europa League che lo vedrà impegnato con il suo Chelsea, contro l’Arsenal. L’ex allenatore del Napoli sarebbe il primo nome sulla lista viste le difficoltà economiche nel firmare Guardiola, per il quale sarebbe necessario un contratto da circa 20 milioni di euro; tuttavia per le indiscrezioni che avevamo lanciato nei giorni scorsi sembra davvero che Andrea Agnelli abbia “bloccato” il catalano, che si dovrà liberare dal Manchester City. La proposta della Juventus sarebbe stata accettata, insieme all’idea di poter avere carta bianca sulle operazioni di calciomercato; che però Sarri sia effettivamente in pole position per la panchina bianconera non è una boutade, ma una sensazione per la quale il club si sarebbe cautelato con un tecnico gradito alla dirigenza qualora davvero non si trovasse la quadra economica per mettere le mani su Guardiola. Alla fine dunque potrebbe essere questione di parecchio tempo prima che la Juventus ufficializzi il suo nuovo allenatore… (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI IN STAND-BY

Sarà davvero Pep Guardiola il nuovo allenatore della Juventus? In questo momento non ci sono certezze, anche se raccontiamo da giorni di come i bianconeri avrebbero già fatto firmare un precontratto al catalano. Notizia questa che sembra essere certa ma che, legata anche all’approvazione del Decreto Crescita, porterebbe ad aspettare con cautela. Guardiola aspetta, nel frattempo la Juventus per non farsi trovare impreparata sonda anche la pista che porta a Maurizio Sarri: tuttavia per liberarlo dopo un solo anno di contratto (ne ha tre) il Chelsea chiede 5-6 milioni per l’indennizzo, e circolano voci secondo cui Marina Granovskaia vorrebbe arrivare a 20-25 inserendo nell’affare il cartellino di Jorginho. Giocatore graditissimo a Sarri e che potrebbe rientrare nei piani della Juventus, ma per una cifra simile probabilmente Andrea Agnelli preferirebbe puntare tutto su Guardiola, nome che stuzzica maggiormente anche le fantasie dei tifosi. Siamo allora in una situazione di stallo: abbiamo detto nei giorni scorsi che la data per l’ufficialità di Guardiola potrebbe essere il 4 giugno, ormai manca poco e vedremo se davvero il catalano siederà per quel giorno sulla panchina della Juventus. (agg. di Claudio Franceschini)

LA REAZIONE DEI TIFOSI

Pep Guardiola potrebbe diventare il nuovo allenatore della Juventus, nonostante qualcuno continui a portare avanti delle smentite. Il tecnico catalano rappresenta da tempo il sogno dei tifosi della squadra bianconera che ora rimarrebbero delusi da qualsiasi altra alternativa. Una situazione che potrebbe diventare una lama a doppio taglio. Se dovesse arrivare davvero Pep allora sarebbe grande festa a Torino, ma qualora arrivasse un altro nome potrebbero essere guai. A Torino c’è entusiasmo e la voglia di riuscire a conquistare finalmente quella Champions League inseguita ormai da 24 anni. Gli indizi che portano al tecnico ex Bayern Monaco continuano ad essere tanti e le smentite che arrivano dal Manchester City sembrano totalmente di facciata per una società che si troverebbe pronta a perdere uno dei migliori allenatori in circolazione. Tutto è molto complicato, ma rapidamente potrebbe diventare più facile di quanto si possa pensare.

LE ALTERNATIVE

Nonostante in molti parlino di Guardiola come nuovo allenatore della Juventus risulta necessario lavorare ad altri nomi. In pole position sembra esserci Maurizio Sarri con i media che si spaccano in due e molti che hanno la convinzione che l’affare sia già fatto. Attenzione però ai nomi che nelle ultime ore diventano prepotenti. Calata la voce per Mauricio Pochettino infatti si è iniziato a parlare con intensità di Jurgen Klopp ora però con la testa alla finale di Champions League proprio contro il tecnico argentino. Tra gli outsider invece cresce la possibilità di vedere sulla panchina dei bianconeri Eusebio Di Francesco, esonerato dalla Roma durante l’arco della stagione attuale. Il nome che non passa mai di moda è quello di Simone Inzaghi, tecnico molto giovane e dalle idee di calcio da vincente. Attenzione alle prossime ore quando la situazione potrebbe cambiare ulteriormente magari con nomi nuovi pronti ad emergere all’improvviso per diventare a questo punto delle sorprese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA