“Guaritore” diagnostica tumori inesistenti/ Striscia la notizia lo smaschera

- Silvana Palazzo

“Guaritore” Emilio diagnostica tumori inesistenti e propone cure molto fantasiose: Striscia la notizia lo smaschera. Il servizio di Max Laudadio in onda stasera

max laudadio emilio striscia
Max Laudadio da sedicente guaritore (Striscia la notizia)

Max Laudadio torna ad occuparsi di sedicenti guaritori per “Striscia la notizia”. Nella puntata che andrà in onda stasera alle 20.35 su Canale 5 vedremo l’inviato alle prese con il guaritore Emilio, un signore che sostiene di diagnosticare malattie e poterle curare, e tutto con metodi molto particolari. Le diagnosi di questo signore sono sempre gravi e le cure molto fantasiose. Ad esempio, il sensitivo grazie ad un’antenna radestesica – che lui definisce una sorta di evoluzione della bacchetta da rabdomante – diagnostica due tumori a Max Laudadio, che si presenta come un anziano malato. Ma l’inviato di Striscia la notizia sta benissimo, quindi i due tumori sono inesistenti. Dopo la diagnosi, consiglia all’anziano malato – cioè Max Laudadio – di coprire gli specchi e rinchiudersi per tre volte al giorno in una cabina orgonica, cioè di sedersi in una statua. E tutto questo sarebbe utile per guarire da quei due tumori che fortunatamente l’inviato di Striscia la notizia non ha.

SEDICENTE “GUARITORE”, QUANDO MAX LAUDADIO FU AGGREDITO

Da anni Max Laudadio con “Striscia la notizia” si occupa di smascherare sedicenti guaritori, ma non sempre gli incontri sono andati bene. Anni fa ad esempio fu aggredito con la sua troupe ad Olginate. Chi li assalì ruppe una telecamera e rubò il cellulare ad una sua collaboratrice, come riportò all’epoca Il Giorno. Era il 2013 e dovettero intervenire i carabinieri della stazione locale per placare gli animi. In quel caso l’inviato era sulle tracce di un santone che abitava in via Maestro Giovanni Barozzi. Si trattava di un cittadino extracomunitario che sosteneva di poter guarire le persone dalle malattie, anche gravi, attraverso incantesimi e riti magici, per i quali peraltro si faceva pagare profumatamente. Inizialmente Max Laudadio riuscì a parlare col sedicente guaritore, poi sbucò un individuo che si avventò contro. Distrusse un pezzo della telecamera e strappò di mano un telefonino ad un’operatrice che lo stava usando per le riprese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA