Guendalina Tavassi: “Ho subito due violenze”/ “La gente fa insinuazioni schifose…”

- Stella Dibenedetto

Guendalina Tavassi contro le insinuazioni che la gente continua a fare sul revenge porn di cui è stata vittima: “E’ una seconda violenza”.

guendalina tavassi min 640x300
Guendalina Tavassi - Foto Instagram

Guendalina Tavassi, ospite della puntata del programma in onda su Tv 8 “Ogni mattina” racconta nuovi dettagli del “Revenge porn” di cui è stata vittima. L’ex concorrente del Grande Fratello racconta nuovamente di aver subito il furto di alcuni video privati che aveva sul telefonino aggiungendo di aver subito una seconda violenza a causa dei commenti cattivi e delle insinuazioni della gente. “E’ una seconda violenza. Tutti mi hanno attaccata. La gente è cattiva e stupida. Una non riesce più a reagire per colpa di insinuazioni schifose”, ha raccontato ai microfoni di Adriana Volpe. A difendere Guandalina è stata il direttore di Novella 2000, Roberto Alessi il quale ha ricordato come vittima del terribile reato non sia solo la Tavassi, ma anche il marito Umberto D’Aponte e i suoi tre figli.

GUENDALINA TAVASSI: “BISOGNA REAGIRE”

Durante l’intervento a Ogni Mattina, Adriana Volpe, nel raccontare la storia di Guendalina Tavassi, ha parlato di alcuni errori commessi dalla Tavassi come quello di aver risposto ad una mail. Tuttavia, le parole della Volpe non sono piaciute a Roberto Alessia che ha esortato la conduttrice a non parlare di errori per non cadere nel clichè “se l’è cercata”. La Volpe ha così dato ragione a Roberto Alessi che ha ribadito come la Tavassi non debba assolutamente vergognarsi di quanto accaduto. Guendalina, così, ha lanciato un messaggio alle ragazze e alle donne che hanno subito e subiscono lo stesso tipo di violenza. “Bisogna reagire. Alle ragazze che non hanno più voglia di uscire e vogliono morire vi dico che la vostra arma è il sorriso. Non siete voi a dovervi vergognare ma loro”, ha concluso la Tavassi che, dopo i primi, difficili giorni, ha reagito grazie all’amore della famiglia e degli amici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA