Gwyneth Paltrow “Il Covid si cura con dieta, sauna ed erbe”/ Scoppia la polemica e…

- Hedda Hopper

Gwyneth Paltrow “Il Covid si cura con dieta, sauna ed erbe”, le rivelazioni choc dell’attrice manda in tilt anche i londinesi e scoppia la polemica

Gwineth_Paltrow_Instagram
Gwyneth Paltrow

L’attrice americana Gwyneth Paltrow è finita nei guai o, meglio, in mezzo alla bufera, e tutto per via delle sue rivelazioni choc relative al Covid e al modo di curare il virus che sta uccidendo migliaia di persone in tutto il mondo. Dopo aver avuto il Covid, ha accusato una serie di sintomi che risultano spesso come strascico della malattia ovvero una sorta di annebbiamento mentale, spossatezza e affaticamento, ed è stato a quel punto che ha deciso di mettere a punto una “ricetta” per curarsi e riuscire a superare tutto questo condividendo le sue teorie anche sui social e facendo così infuriare l’opinione pubblica inglese: “Gli influencer che utilizzano i social media hanno il dovere di essere responsabili al riguardo”.

Gwyneth Paltrow “Il Covid si cura con dieta, sauna ed erbe”

Gwyneth Paltrow è finita nell’occhio del ciclone anche da parte del servizio sanitario del Regno Unito perché ha rivelato sui social di aver messo a punto una sorta di cura miracolosa a base di prodotti naturali contro il virus. Non è la prima volta che l’attrice parla di medicina alternativa visto che ne ha fatto spesso oggetto dei suoi articoli e delle sue parole sul suo sito Goop, ed è stato a quel punto che ha parlato di erbe, sauna e “digiuno intuitivo” per riuscire a curare la degenza post Coronavirus. In particolare, l’attrice consiglia beveroni a base di erbe, una dieta a base di kombucha e kimchi, tè e cavolo fermentati e anche l’integratore del suo brand: “Tutto quello che sto facendo mi fa stare meglio, come se fosse un regalo per il mio corpo. Mi alleno la mattina e faccio la sauna a infrarossi il più spesso possibile, voglio guarire!”. A prendere la parola puntandole contro il dito è stato il professor Stephen Powis, direttore del Servizio sanitario britannico (Nhs) che ha rilanciato: “Sono soluzioni non raccomandate… Tutti gli influencer che utilizzano i social media hanno il dovere di essere responsabili al riguardo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA