LAPTOP MACINTOSH / La nuova linea di MacBook Pro rivoluziona processori, grafica e batteria dei notebook di Apple

- La Redazione

Un’innovazione che ha interessato tutti i modelli del MacBook Pro, dal 13 al 17 pollici, garantendo il supporto dello scrolling inerziale (come nella versione iPhone OS) mediante la trackpad.

apple_macbook_pro_17_s20004
L'Apple MacBook Pro

Una nuova linea MacBook Pro con gli attesi aggiornamenti per quanto riguarda processori e dotazione grafica. Un’innovazione che ha interessato tutti i modelli, dal 13 al 17 pollici. Garantendo inoltre una maggiore durata della batteria integrata e il supporto dello scrolling inerziale (alla iPhone OS, per intenderci) mediante la trackpad. Il piccolo della linea, il MacBook Pro da 13 pollici, acquista un processore Intel Core 2 Duo più veloce, 4 GB di memoria RAM di base e il processore grafico NVIDIA GeForce 320M a 48 core. Due le configurazioni predefinite in vendita: con processore a 2,4 GHz e disco da 250 GB, con processore da 2,66 GHz e disco da 320 GB. Il prezzo è rispettivamente di 1.149 e 1.449 euro. Le opzioni build-to-order comprendono tra l’altro l’ampliamento della RAM a 8 GB e l’inserimento di un disco SSD da 128, 256 o 512 GB. Passo avanti più marcato per i MacBook Pro da 15 e 17 pollici, che ora sono dotati di processore Core i5 oppure Core i7 e quindi delle relative tecnologie Hyper-Threading e Turbo Boost. Viene mantenuta la scelta del doppio processore grafico: un Intel HD Graphics per le operazioni di base e un NVIDIA GeForce GT 330M per le applicazioni più esigenti. Non è però necessario che sia l’utente a scegliere quale utilizzare: sarà il MacBook Pro a passare in automatico dall’uno all’altro.

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER LEGGERE IL RESTO DELL’ARTICOLO SUI NUOVI MACBOOK PRO 

Il MacBook Pro da 15 pollici è in commercio in tre versioni preconfigurate: con processore Core i5 da 2,4 GHz e disco da 320 GB (1.749 euro), con processore Core i5 da 2,53 GHz e disco da 500 GB (1.949 euro), con processore Core i7 da 2,66 GHz e disco da 500 GB (2.149 euro). Per ciascuno dei tre modelli la memoria RAM è di 4 GB. Le opzioni build-to-order comprendono a 90 euro un display da 1.680 per 1.050 pixel (quindi a risoluzione superiore rispetto ai soliti 1.440 per 900) volendo anche opaco (a un prezzo di 135 euro), più memoria RAM (8 GB), un disco da 500 GB e 7.200 rpm e delle unità SSD. Il MacBook Pro da 17 pollici ha al contrario un unico modello predefinito, con CPU Core i5 da 2,53 GHz e disco da 500 GB (2.249 euro). La risoluzione dello schermo è invariata: 1.920 per 1.200 pixel. Le opzioni build-to-order includono in particolare l’adozione di un processore Core i7 a 2,66 GHz (180 euro), più memoria RAM (8 GB), un disco da 500 GB e 7.200 rpm, delle unità SSD e per finire lo schermo opaco (45 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori