CELLULARE FACEBOOK/ Mark Zuckerberg pronto a lanciare un nuovo smartphone

- La Redazione

Un cellulare targato Facebook. È il progetto segreto cui si starebbe lavorando nel quartier generale del social network. A rivelarlo è stato il blog specializzato Techcrunch, che già aveva anticipato l’uscita di Nexus One, il googlefonino

facebook-cellulare-r375

Un cellulare targato Facebook. È il progetto segreto cui si starebbe lavorando nel quartier generale del social network. A rivelarlo è stato il blog specializzato Techcrunch, che già aveva anticipato l’uscita di Nexus One, il «googlefonino». E sarebbe stato proprio il lancio di Nexus One a spingere Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, a rompere gli indugi e a buttarsi nella mischia del mercato dei cellulari, per produrre un nuovo smartphone.

Alla base della decisione, secondo quanto riferito da Techcrunch basandosi su fonti interne al social network, la crescente preoccupazione nei confronti del potenziamento di iPhone e Android. E il timore che le applicazioni fornite dalla stessa Facebook alle piattaforme per i cellulari di Apple e Google possano conferire, alla lunga, un vantaggio strategico ai due colossi. Si spiega così la scelta di puntare a un proprio sistema operativo per smartphone, lavorando a stretto contatto con non meglio precisate terze parti per lo sviluppo dell’hardware.

 

Nessun dettaglio sulla data di uscita né sulle specifiche tecniche del prodotto ma è molto probabile che il cellulare targato Facebook avrà una stretta integrazione tra la rubrica e la lista di amici. Altra caratteristica del social-fonino potrebbe essere un costo decisamente inferiore rispetto alla media della concorrenza. Un punto di forza che gli consentirebbe di sfondare soprattutto nella fetta di mercato dei teenager, sempre più propensi a usare Facebook proprio come un cellulare.

A coordinare il progetto per il nuovo cellulare sarebbero stati chiamati Joe Hewitt e Matthew Papakipos, due membri dello staff di Facebook con alle spalle una certa esperienza nei sistemi operativi. Il primo ha contribuito alla nascita di Firefox e ha lavorato allo sviluppo di Parakey, un sistema operativo web-based, rimasto solo sulla carta. Parakipos, invece, ha seguito fino allo scorso giugno la genesi di Google Chrome Os, il sistema operativo cui sta lavorando Big G. Poi lo sbarco nell’azienda di Palo Alto, forse proprio per contribuire alla nascita del cellulare di Facebook.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori