Xiaomi Mi A1/ Prezzi aggressivi per i nuovi modelli Android della casa cinese

- Matteo Fantozzi

Xiaomi Mi A1, prezzi aggressivi per i nuovi modelli Android della casa cinese che è pronta a sbaragliare il mercato internazionale. Sfida lanciata a Samsung e Huawei.

xiaomi
La bicicletta elettrica di Xiaomi

Ormai da tempo la Xiaomi ha lanciato una sfida per i dispositivi mobili di media fascia a Samsung e Huawei. Al momento il nome del marchio di questa ditta cinese non è noto come quello dei suoi concorrenti, ma sicuramente piano piano si sta facendo strada anche per l’abbinamento tra qualità e prezzo. Gli smartphone che vengono lanciati sul mercato hanno dei prezzi che si possono definire aggressivi, in quanto davvero sono pronti a sbaragliare il mercato. Inoltre le prestazioni sono assicurate e i tanti video tutorial che possiamo osservare sul web ci mostrano come Android sia molto stabile su questi smartphone. Il pubblico italiano è sempre un po’ restio a staccarsi dalla sua tradizione e da marchi che sono una garanzia, ma anni fa si diceva la stessa cosa quando la Huawei piano piano iniziò a ”rubare” una fetta considerevole di clienti alla Samsung.

IL MODELLO MI A1

La Xiaomi ormai da tempo ha lanciato sul mercato diversi modelli di smartphone in grado di cambiare il modo di vedere diverse cose. La cosa che spunta più sotto gli occhi di tutti è il prezzo estremamente concorrenziale soprattutto se si abbina alle caratteristiche piuttosto interessanti del dispositivo mobile. Tra gli ultimi e più venduti modelli c’è il Mi A1. Ci troviamo di fronte a uno smartphone dual sim che monta una fotocamera da 12 megapixel che può fare video addirittura in 4K. Inoltre monta un processore 8 core da 2 gHz. Lo schermo da 5.5 pollici montato da questo smartphone ha una risoluzione pazzesca di 1920×1080 pixel che sicuramente non si rifà al prezzo a cui viene venduto. Ci troviamo di fronte di sicuro non a un top di gamma, ma a uno smartphone che si può portare a casa con meno di 200 euro e che non ha da invidiare a tantissimi modelli che sul mercato sono stati lanciati anche al doppio del prezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori