Xiaomi Mi 7: primo smartphone Android con riconoscimento facciale 3D?/ Dopo l’iPhone X ci provano i cinesi

- Davide Giancristofaro Alberti

Xiaomi Mi 7: primo smartphone Android con riconoscimento facciale 3D? Dopo l’iPhone X ci provano i cinesi. Secondo alcune voci di corridoio, il nuovo smartphone dall’oriente…

xiaomi
La bicicletta elettrica di Xiaomi

Dopo l’iPhone X potrebbe essere a breve immesso sul mercato il primo smartphone Android con la tecnologia del riconoscimento facciale in 3D. La feature, molto apprezzata dai possessori della Apple, potrebbe comparire anche sul nuovo dispositivo mobile di casa Xiaomi, leggasi il Mi 7. A darne notizia sono i colleghi di Digitimes, anche se pare che la multinazionale cinese, specializzata in prodotti a basso costo, stia riscontrando non pochi problemi proprio nell’implementare al meglio questa caratteristiche, molto simile a quella del cellulare del decennale di casa Apple. Anche per questo motivo, il Mi 7 sarebbe in ritardo sulla tabella di marcia, e dovrebbe essere messo in commercio solamente nel terzo trimestre dell’anno 2018.

PROBLEMI NON DA POCO

Così come l’iPhone X, anche l’ultimo di casa Xiaomi sarà all display, con la presenza in alto del tanto discusso notch, la tacca che conterrà appunto il riconoscimento facciale 3D nonché altri sensori importanti. Pare però che lo scanner del viso non sia di facile utilizzo sul sistema operativo Android, a discapito invece di quanto succede con iOs. I moduli per il rilevamento 3D, a cui stanno lavorando Qualcomm, Himax Technologies e Truly Opto-electronics in collaborazione, non riescono ad integrarsi al meglio con l’os di Google, con tutto ciò che ne consegue. Bisognerà quindi capire se le indiscrezioni circolanti in queste ultime ore sianoveritiere, e soprattutto, come sarà riuscita Xiaomi ad ovviare a questo problema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori