Skype Down / Il programma VoIP fuori servizio negli Stati Uniti, problemi anche in Europa

- Matteo Fantozzi

Skype Down, il programma VoIP è fuori servizio negli Stati Uniti nella giornata di oggi 26 aprile 2018: problemi però anche in parte dell’Europa dal primo pomeriggio.

skype_logo
Skype Down

Lo Skype Down ha colpito anche l’Italia seppur in maniera minore rispetto ad altri paesi. Anche da qui infatti sono partite delle segnalazioni sul malfunzionamento della piattaforma VoIP di proprietà della Microsoft dal 2011. Rispetto a quanto accade però negli Stati Uniti, e in altri paesi europei, al momento l’hashtag #SkypeDown non è in trend topic su Twitter in Italia dove continua ad essere di tendenza il calcio con Zlatan Ibrahimovic e Stephan El Shaarawy oltre alle ripercussioni legate a quanto accaduto tra Baye Dame e Aida Nizar al Grande Fratello 2018. Skype continua ad essere per molti un punto di riferimento anche perché per quanto riguarda i laptop e i Mac rimane molto più pratica e rapida rispetto alle altre che invece stanno trionfando su smartphone e iPhone come WhatsApp e Telegram. Nelle prossime ore comunque dovrebbe essere tutto risolto anche in America.

PIATTAFORMA VOIP KO NEGLI STATI UNITI

Skype è andato ko negli Stati Uniti d’America nella giornata di oggi, giovedì 26 aprile 2018. La nota piattaforma VoIP infatti è andata in down con grandissimi problemi dal primo pomeriggio di quest’oggi. I problemi erano già iniziati nella notte con centinaia di utenti che hanno iniziato a rumoreggiare sui social network. I server sono irraggiungibili e stanno rendendo difficile comunicare a moltissimi utenti. Non è chiaro il motivo per cui Skype sia andato in down e Microsoft, che ha acquistato la piattaforma nel 2011, non ha emanato alcun comunicato ufficiale anche se le comunicazioni sono continuate a crescere tanto che l’hashtag #SkypeDown è diventato rapidamente trend topic su Twitter. Al momento però sembra essere completamente smentita la possibilità di un attacco hacker, quanto potrebbe essere più un problema logistico legato alle infrastrutture di Microsoft. Al momento pare che comunque la situazione sia in leggero miglioramento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori