Ford Mustang Bullit di Steve McQueen/ 68 esemplari in arrivo in Italia per la versione 2018 della mitica auto

Ford Mustang Bullit di Steve McQueen: 68 esemplari in arrivo in Italia per la versione 2018 della mitica auto. Chi vorrà assicurarsi la GT speciale, dovrà sborsare 57.400 euro

mustang_bullit_2018
La Ford Mustang GT Bullit 2018

La splendida Ford Mustang Bullit, arriverà anche in Italia. Il remake della mitica auto guidata da Steve McQueen proprio nel film “Bullit”, sarà disponibile anche sul nostro mercato in versione ultra-limitata: saranno infatti solo 68 i fortunati che potranno mettere le mani su questo bolide dal sapore tipicamente americano. La Bullit è senza dubbio un’auto per specialisti, una versione “pimpata” della già iconica Mustang Gt Premium. Come dicevamo, si ispira all’auto guidata dal tenente Frank Bullit (McQueen) nella pellicola del 1968, una Mustang GT390 Fastback. Il primo rimando della Bullit 2018 alla sua antenata lo troviamo nel colore, visto che la nuova Mustang sarà pitturata  della stessa tinta, il Dark Highland Green. Inoltre, sarà sprovvista, così come l’edizione del ’68, del famoso cavallo Mustang sulla calandra. Anche i cerchi, da 19 pollici, si ispirano a quelli originali, che però erano da 15.

57.400 EURO PER ACQUISTARLA

Riferimenti all’auto usata nel celebre film di Steve McQueen li troveremo anche nell’abitacolo, a cominciare dal volante sportivo riscaldabile che presenterà il monogramma Bullit al centro. Aprendo il cofano, invece, troveremo un propulsore V8 da 5 litri di cilindrata, che sprigionerà una potenza da ben 459 cavalli, mentre la trasmissione sarà esclusivamente manuale a sei rapporti, giusto per godere ancora di più del piacere di guida che questa auto emana da ogni suo elemento. Per ordinare uno dei 68 esemplari disponibili per l’Italia, bisognerà recarsi sul sito ufficiale di Ford Italia, e selezionare l’apposita sezione. La Ford Mustang Bullit costerà 57.400 euro, ben 12.400 euro in più rispetto alla GT in versione standard.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori