iPhone, calo dei prezzi in arrivo/ Tim Cook “Ci stiamo pensando”. Lo smartphone di casa Apple “in sconto”

iPhone, calo dei prezzi in arrivo/ Tim Cook “Ci stiamo pensando”. Lo smartphone di casa Apple “in sconto”

30.01.2019 - Davide Giancristofaro Alberti
AirPods 2

Possibile riduzione di prezzi per quanto riguarda l’immediato futuro degli iPhone. Visto il rallentamento nelle vendite previsto dagli analisti per quanto riguarda il primo quarto del 2019, il numero uno della Apple, Tim Cook, starebbe pensando di rivedere al ribasso il prezzo di vendita dei propri smartphone, alla luce anche dall’ascesa vertiginosa del loro costo da quando è stato messo in commercio il modello X. Ad ammetterlo è stato lo stesso Cook in una recente intervista rilasciata all’agenzia Reuters: «Quando si osservano le valute estere – confessa la guida della società di Cupertino – in particolare quei mercati che si sono indeboliti nell’ultimo anno, gli incrementi dei prezzi di iPhone hanno pesato di più. Di conseguenza, entrati nel mese di gennaio, abbiamo valutato le condizioni macroeconomiche in alcuni di questi mercati e abbiamo deciso di commisurare i prezzi locali a quanto si attestavano lo scorso anno, nella speranza di aiutare le vendite in queste aree».

IPHONE, CALO DEI PREZZI IN ARRIVO

Parolone forse troppo complesse quelle di Cook, che in sostanza ha spiegato che le vendite in alcune nazioni sono calate a causa anche dell’aumento di prezzo degli iPhone, e che di conseguenza l’azienda starebbe pensando ad uno “sconto”. Non è ben chiaro però a quali paesi si riferisca Tim Cook, e non possiamo sapere quindi dove gli iPhone XS, XS Max e XR subiranno un calo di prezzo nelle settimane a venire. Una mano potrebbe giungere in questo senso dagli analisti, secondo cui il cambiamento dei listini dovrebbe avvenire in particolare nei paesi asiatici, mercato dove la Apple ha registrato i maggiori cali di vendita, a causa anche di una guerra commerciale fra la Cina e gli Stati Uniti che ha portato gli Usa e molte altre nazioni del blocco occidentale a boicottare la Huawei. Il taglio di prezzi, non sarà comunque significativo, e di conseguenza potrebbe incidere ben poco sul numero di vendite.



© RIPRODUZIONE RISERVATA