Instagram Down, perché non funziona?/ Trend su Twitter e nuovi problemi

- Matteo Fantozzi

Instagram Down, che cosa è successo? Su Twitter l’hastag è in trend topic e l’utenza si lamenta, ma Whatsapp e Facebook sono al momento salvi.

instagram 2019 web
Instagram Down, perché non funziona?

Instagram Down e Twitter torna d’attualità. Nelle ultime ore il social network più gettonato dai giovani ha iniziato ad avere qualche problema con l’utenza che ha iniziato a lamentarsi sul solidissimo portale dell’uccellino blu. Tanto che l’hashtag #InstagramDown è diventato in poco tempo di tendenza, posizionandosi in terza posizione dietro Ciao Darwin e Propaganda Live programmi cardine della serata in tv. Ma andiamo a leggere alcuni commenti per capire quali sono le sensazioni di chi sta provando a utilizzare Instagram senza successo: “Ormai mi sono abituata che quando leggo impossibile aggiornare il feed vado su Twitter a vedere se in tendenza c’è l’Instagram Down”, “Non c’è niente da fare, quando i social non funzionano Twitter è l’unica garanzia, Perché Twitter è una sicurezza, non muore mai, è immortale”, “Rieccoci con il nostro solito appuntamento mensile fatto di: impossibile aggiornare il feed, imprecazioni, attacca-stacca wifi, Aspetta che apro Twitter, Instagram Down”.

Instagram Down, perché non funziona? Facebook e Whatsapp stavolta salvi

L’Instagram Down è un caso isolato stavolta con Facebook e Whatsapp che sono stati esentati dallo scivolone social. Poco meno di un mese fa infatti erano caduti tutti e tre contemporaneamente gettando nel panico l’utenza italiana. Stavolta però la situazione è diversa, vedremo quello che accadrà nelle prossime ore e soprattutto quando Instagram tornerà a girare nella maniera corretta. Intanto viene da chiedere come mai si decida di utilizzare solo ed esclusivamente in questi casi un social come Twitter che negli ultimi anni ha vissuto una clamorosa involuzione. Non è da escludere che nelle prossime ore possano esserci delle novità però anche per i due social che in queste ultime settimane più volte hanno creato preoccupazioni tra l’utenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA