Ho vinto la lotteria di Capodanno/ Su Rete 4 il film con Paolo Villaggio protagonista

- Matteo Fantozzi

Ho vinto la lotteria di Capodanno in onda su Rete 4 oggi, 21 giugno, alle 17.00. Nel cast Paolo Villaggio, Antonio Allocca, Camillo Milli, Ugo Bologna e tanti altri caratteristi

ho vinto la lotteria 2019 film 640x300
Ho vinto la lotteria di Capodanno

Ho vinto la lotteria di Capodanno andrà in onda su Rete 4 nel pomeriggio di domenica 21 giugno, alle ore 17.00. Si tratta di una commedia di produzione italiana diretta da Neri Parenti nel 1989 (Natale sul Nilo, Fantozzi contro tutti, Le comiche) ed interpretato da Paolo Villaggio (le saghe di Fantozzi e Fracchia, Io no spik inglish), Antonio Allocca (E adesso sesso, Cristo si è fermato a Eboli, Sogni mostruosamente proibiti), Camillo Milli (Il caso Mattei, In nome del Papa Re, L’allenatore nel pallone), Ugo Bologna (Banditi a Milano, Quando la coppia scoppia, Grandi magazzini) e altri caratteristi che hanno interpretato numerosissime commedie all’italiana. Il film è stato prodotto da Mario e Vittorio Cecchi Gori e la colonna sonora è stata composta da Bruno Zambrini (La notte prima degli esami, che gli è valso una nomination ai David di Donatello, Forever young, Amici come prima).

Ho vinto la lotteria di Capodanno, la trama del film

Ecco la trama di Ho vinto la lotteria di Capodanno. Paolo Ciottoli (Paolo Villaggio) è un giornalista vessato da problemi economici: ha moltissimi debiti sia con le banche che con gli strozzini. La sua vita per il resto non è certo idilliaca. Paolo infatti è lo zimbello dei colleghi, viene maltrattato dal capoufficio e ha una vita sociale praticamente inesistente, tanto che decide di tentare il suicidio. Mentre tenta di uccidersi bevendo del detersivo, Paolo nota però, incollato sul fondo del flacone, il suo biglietto della lotteria di capodanno. Si rende quindi conto di avere i numeri vincenti. Capisce quindi che i suoi problemi sono risolti e, dopo una lavanda gastrica, nasconde il biglietto vincente nella sua macchina da scrivere per correre in ufficio e quindi dai suoi creditori ad annunciare la vincita. Quando torna a casa scopre però che la macchina da scrivere, insieme a mobili e suppellettili, è stata pignorata a causa dei suoi debiti. La macchina è stata messa all’asta insieme ad altre identiche e Paolo non è più in grado di riconoscere la propria. Comincia quindi a rincorrere gli acquirenti delle altre macchine sperando di recuperare il biglietto vincente, mentre suoi creditori ricominciano a farsi vivi in attesa dei suoi pagamenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA