Hoara Borselli/ “Greta Thunberg strumentalizzata da lobby internazionali”

- Carmine Massimo Balsamo

Hoara Borselli a tutto tondo ai microfoni de I Lunatici: “Tolo Tolo? Checco Zalone ha trovato una chiave che definirei paracula”.

Hoara Borselli
Hoara Borselli a Vieni da me

Dalle Sardine a Greta Thunberg, passando per Tolo Tolo: Hoara Borselli a 360° in una lunga intervista rilasciata a I Lunatici. L’attrice e conduttrice televisiva ha esordito così: «Il 2020 è iniziato in modo normale, sicuramente nel mio anno non ci sarà il Grande Fratello Vip: nulla contro, ma le voci che mi vogliono nella casa non sono vere». La Borselli ha poi tenuto a precisare: «E’ una cosa che non è nei miei obiettivi, non ha nulla a che vedere con il percorso che sto intraprendendo. Io non riesco a stare ferma: non mi ci vedo tre mesi in una casa a fissare il soffitto. Ho letto che un giornale ha anche scritto che scalpito per andare, ma è una classica fake news». Poi una battuta sul suo ruolo da opinionista politica: «Per una bella donna può essere più complicato, il pregiudizio c’è e anche giustamente. Non sono io a dover dire che posso ricoprire un certo ruolo, lo dimostrerò lavorerò e dimostrerò di poter fare questa cosa».

HOARA BORSELLI SU GRETA THUNBERG E LE SARDINE

Nella lunga chiacchierata con il programma in onda su Rai Radio 2, Hoara Borselli si è soffermata su Greta Thunberg e sul movimento delle Sardine: «Ho una posizione netta, non parlo della singola persona Greta ma del fenomeno: secondo me viene strumentalizzata da lobby internazionali che se la muovono a proprio piacimento una povera ragazza. Io sono per la scienza, non per i proclami fatti in piazza. A proposito di piazza, ecco le Sardine, antipolitica che è politica a 360 gradi: senza idee e senza nulla. Ne abbiamo visti tanti di movimenti così, con la stessa velocità con cui nascono poi sono destinati a sgretolarsi. E poi non s’è mai visto un movimento che contesta l’opposizione». Infine, una battuta su Tolo Tolo, nuovo film di Checco Zalone: «L’ho trovato geniale, ha trattato un tema delicatissimo come l’immigrazione e non ci si potevano aspettare le risate a crepapelle: ha trovato una chiave paracula, nel senso buono del termine. Un colpo da una parte e un colpo dall’altra, a me tutto sommato è piaciuto».



© RIPRODUZIONE RISERVATA