I deodoranti causano il cancro al seno?/ Parabeni sotto accusa: come evitare i rischi

I deodoranti causano il cancro al seno? Non esistono ad oggi correlazioni scientifiche tra la presenza di parabeni e composti di alluminio e il carcinoma mammario: ecco come evitare i rischi

I deodoranti causano il tumore al seno?
I deodoranti causano il tumore al seno? (Pixabay, 2019)

I deodoranti usati dalle donne sono responsabili del cancro al seno? È questa la domanda che da tempo ci si pone e, anche se sono diverse oramai le ricerche in merito, non esiste una risposta cerca anche se andrebbe conosciuta meglio la composizione di determinati prodotti e sapere come ridurre al minimo i rischi. Di recente, infatti, sono finiti nuovamente sotto accusa i parabeni e i composti di alluminio contenuti nei deodoranti e negli spray anti-traspiranti, due sostanze che in passato sono state collegate all’insorgenza del carcinoma mammario, la forma tumorale più diffusa nelle donne: come accennato, fino ad oggi non è stata provare nessuna relazione di diretta causalità con i recettori degli estrogeni femminili ma la contiguità fisica delle zone in cui questi prodotti vengono usati (ovvero nella zona ascellare) e il seno stesso destano comunque più di una perplessità anche se, va detto, la maggiore incidenza di questa tipologia di cancro andrebbe più che altro correlata al fatto che la parte esterna del cosiddetto quadrante superiore della mammella viene spesso attaccata perché è la sua parte più estesa.

UN PO’ DI CHIAREZZA SU ALLUMINIO E PARABENI

Ad ogni modo, nonostante non sia stata provata ancora scientificamente una correlazione fra i tumori al seno e l’utilizzo dei deodoranti spray e non, non si può sottovalutare l’impatto che hanno non solo i già citati composti di alluminio ma pure i parabeni. I primi fanno parte dei componenti attivi contenuti al loro interno e il timore di molti ricercatori è che il loro assorbimento sottocutaneo possa ingenerare una modifica dei recettori degli estrogeni presenti in quella zona. Il punto da chiarire è quale sia il vero livello di assorbimento dell’alluminio e di quale entità ma gli esperti da questo punto di vista tranquillizzano perché spiegano come la sua assunzione attraverso il cibo sia anche maggiore. Per quanto concerne i parabeni, invece, questi fanno parte della composizione di centinaia di prodotti usati in cosmesi e allo stesso modo non esistono correlazioni certe: tuttavia si può fare ricorso ai deodoranti in commercio che non ne contengono per evitare ansie, e la stessa cosa vale per i prodotti che non hanno i composti di alluminio tra i propri principi attivi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA