Ibrahimovic non andrà al Monza/ Galliani: “Colpa del Coronavirus, sfuma il sogno”

- Claudio Franceschini

Ibrahimovic non andrà al Monza: Adriano Galliani ha parlato del sogno infranto adducendone le cause alla pandemia da Coronavirus che ha bloccato i campionati rendendo incerto il futuro.

Zlatan Ibrahimovic Milan controllo lapresse 2020
Zlatan Ibrahimovic è tornato al Milan nel gennaio 2020 (Foto LaPresse)
Pubblicità

Zlatan Ibrahimovic non arriverà al Monza. Boutade o meno, Adriano Galliani lo ha ribadito al Corriere della Sera in un’intervista nella quale ha definitivamente chiuso le porte all’acquisto dell’attaccante svedese. “Mettiamoci una pietra tombale” ha detto l’attuale amministratore delegato della società brianzola, che ha anche aggiunto come il mancato arrivo di Ibra sia tra gli effetti collaterali del Coronavirus. Come dire: senza la pandemia, l’affare sarebbe andato in porta. “Sfuma il progetto alla luce della crisi mondiale e dell’incertezza su quando si ripartirà e quando si giocherà l’anno prossimo”. Alla fine, potrebbe non essere nemmeno un grande scherzo: già quando lo svedese era in procinto di lasciare i Los Angeles Galaxy, Galliani e Silvio Berlusconi avevano ventilato l’ipotesi di comprarlo per il loro Monza, che hanno acquistato per costruire una realtà ambiziosa e che potesse scalare i vertici del calcio italiano.

Pubblicità

IBRAHIMOVIC NON ANDRA’ AL MONZA

L’età anagrafica di Ibrahimovic apre comunque uno spiraglio ad una avventura del genere: quest’anno lo svedese compirà 39 anni, naturalmente non è più quello di prima e chiudere la carriera in una società “minore” – ma comunque importante – potrebbe essere un progetto interessante. Soprattutto perché erano stati Berlusconi e Galliani, nell’estate 2010, a portarlo al Milan dove era rimasto due stagioni, vincendo scudetto e Supercoppa Italiana; il problema è che Ibrahimovic si considera ancora un attaccante di primo piano, ed è per questo (e per un affetto che ancora lo lega al club) a scegliere di tornare ai rossoneri lo scorso gennaio. Chissà però che in futuro prossimo non si consumi davvero il matrimonio tra il Monza e lo svedese; magari con i brianzoli in Serie B anche se Galliani su un punto ha ragione, ovvero che il Coronavirus ha bloccato tutto e reso la situazione assolutamente incerta.

Pubblicità

Il Monza anche a gennaio si è rinforzato: non sono bastati gli acquisti di luglio e agosto, nel corso del calciomercato invernale sono arrivati giocatori come Dany Mota (rivelazione nella Juventus U23) e Tommaso Morosini, capocannoniere del Sudtirol (da centrocampista). I brianzoli veleggiano al primo posto solitario nel girone A di Serie C, con una promozione ormai acquisita; lo stop a tutti i campionati però ha steso un velo su questa grande impresa, alla fine potrebbe arrivare la decisione di congelare la stagione e i biancorossi potrebbero ritrovarsi nella terza divisione anche per il 2020-2021. Vedremo: così come valuteremo se davvero Ibrahimovic possa decidere di chiudere la carriera nel Monza, riabbracciando Berlusconi e Galliani e provando a regalare loro altre grandi soddisfazioni, dopo quelle con il Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità