Ignazio La Russa/ “A sinistra sono disperati, non escludo bombe giudiziarie”

- Carmine Massimo Balsamo

Ignazio La Russa e gli attacchi contro Fdi: “La sinistra italiana è terrorizzata, ha capito che i cittadini potranno finalmente scegliere chi governa”

ignazio la russa
Manifestazione Centrodestra nel 2017: Daniela Santanché, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Ignazio La Russa (LaPresse)

La campagna elettorale è entrata nel vivo e Giorgia Meloni aspira a diventare la prima premier d’Italia. Fratelli d’Italia vuole trainare il centrodestra al successo, ma attenzione ai possibili attacchi ad orologeria. Intervenuto ai microfoni de La Verità, Ignazio La Russa ha spiegato che la sinistra è terrorizzata dalla possibile vittoria della coalizione: “Perché ha capito che i cittadini potranno finalmente scegliere chi governa”.

“Siccome sono spaventatissimi, perché non potranno più concedersi il lusso di governare senza passare dal voto, stanno attivando la loro rete di relazioni italiane ed estere: giornali, politologi, eccetera”, ha aggiunto Ignazio La Russa. L’ex ministro della Difesa non esclude bombe giudiziarie da qui al giorno del voto, anche pensando alle campagne elettorali del passato e alle tempeste scatenate contro Berlusconi e Salvini.

IGNAZIO LA RUSSA: “A SINISTRA SONO DISPERATI”

Ignazio La Russa si è poi soffermato sull’inchiesta de L’Espresso nei suoi confronti titolata “Mazzetta nera”, con riferimento a presunte tangenti lombarde che coinvolgerebbero persone a lui vicine. Di questa vicenda risponderanno i magistrati, ha evidenziato il braccio destro della Meloni: “Non saprei neanche cosa smentire, visto che nei miei confronti non vedo altro che una foto con la Meloni sopra un titolo infame, e una asserita parentela con un affine, che peraltro non è minimamente toccato dall’inchiesta. Se sperano di lanciare il sasso – la foto – e nascondere la mano – scrivendo: ‘Non è indagato’ – hanno fatto male i loro calcoli. Devono essere veramente disperati per arrivare a tanto”. Ignazio La Russia si è poi soffermato sui rapporti con Putin, in particolare della Lega di Salvini. L’esponente di FdI ha ricordato la collezione di foto con protagonisti Letta e il capo del Cremlino, senza dimenticare Prodi e altri politici italiani: “Detto questo, controllate pure: non ci sono posizioni ufficiali di Lega e Forza Italia su questo punto che non siano compatibili con le nostre”. Il discorso è semplice, FdI non sarà mai in un governo con chi non è collocato su posizioni occidentali e atlantiste: “Chiaro? Garantisce Giorgia Meloni”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA