Il bonus di 200 euro/ Per il personale scolastico: come richiederlo?

- Maria Melania Barone

Il bonus di 200 euro, il bonus sarà erogato anche per il personale covid impiegato in via temporanea nelle scuole. Il chiarimento dell’INPS.

prelievo forzoso coronavirus inps
(Pixabay)

Si è a lungo discusso in che modo e in che modalità può erogare il bonus 200 euro, che per alcune categorie di lavoratori sarà erogato direttamente il mese di luglio in via automatica, come ad esempio per i dipendenti pubblici, pensionati e percettori del reddito di cittadinanza.

Per tutti gli altri, ad esempio i lavoratori autonomi e coloro che sono stati inseriti successivamente, a seguito della richiesta, il bonus di 200 euro verrà erogato soltanto a partire dal mese di ottobre 2022. Sulla base di ciò, il personale precario inserito in via temporanea all’interno delle scuole potrebbe riceverlo? L’INPS si espressa favorevolmente anche nei loro confronti, affermando che anche loro potranno beneficiare del bonus di 200 euro.

Bonus 200 euro: come funzionerà con le prossime richieste

Per queste categorie di lavoratori che sono stati impiegati come personale covid all’interno delle scuole, questi potranno richiedere il bonus di 200 euro, fino al mese di ottobre 2022. Lo ha chiarito il Ministero dell’Istruzione mediante il suo portale.
Il dubbio era dovuto al fatto che i contratti per questo tipo di dipendenti pubblici a tempo determinato e spesso precari, era scaduto il 30 giugno 2022, quindi la situazione lavorativa di disoccupazione era dovuta al fatto che l’anno scolastico comincia nel mese di settembre 2022. Al momento dell’inoltro della richiesta dunque i precari della scuola, essendo privi di un’attività lavorativa, non avrebbero soddisfatto i requisiti.

Bonus 200 euro: in che modo richiederlo

Ma il Ministero dell’Istruzione è intervenuto chiarendo specificamente che il bonus di 200 euro potrà essere richiesta anche da loro:

“Il personale scolastico a tempo determinato destinatario di incarichi ai sensi dell’art. 58, comma 4-ter, del D.L. 73/2021 (nell’ambito del cd. “organico covid”), il cui contratto sia scaduto entro il mese di Giugno 2022, può accedere all’indennità una tantum prevista dagli articoli 31 e 32 del decreto-legge del 17 maggio 2022, n. 50 , a condizione che sia in possesso dei requisiti previsti dalla normativa. Il predetto personale può accedere all’indennità una tantum di cui agli articoli 31 e 32 del decreto-legge del 17 maggio 2022, n. 50 mediante presentazione di apposita domanda all’INPS entro il termine del 31 ottobre 2022 secondo le modalità contenute nella circolare dell’Istituto n. 73 del 24 giugno 2022”.

La domanda per il bonus 200 euro potrà essere effettuata entro il 31 ottobre 2022 sul portale dell’INPS, oppure attraverso il contact center multicanale chiamando i numeri 803 164 da rete fissa oppure al numero 06 164 164 da rete mobile oppure attraverso gli istituti di patronato, i caf abilitati e altri intermediari.





© RIPRODUZIONE RISERVATA