Il cavaliere pallido/ Su Rete 4 il film western diretto da Clint Eastwood

- Matteo Fantozzi

Il cavaliere pallido in onda oggi, 14 gennaio, dalle 16.20 su Rete 4. Di e con Clint Eastwood, nel cast anche Michael Moriarty, Carrie Snodgress, Sydney Penny, Richard A. Dysart.

cavaliere pallido 2019 film 640x300
Il Cavaliere Pallido

Il cavaliere pallido, il film di Clint Eastwood

Il cavaliere pallido è un film western ricco di riferimenti voluti proprio da Clint Eastwood; in primis, la trama è chiaramente ispirata ad un altro film celebre del genere western, ovvero Il cavaliere della valle solitaria di George Stevens. Inoltre, la pellicola offre un chiaro riferimento ad un personaggio interpretato proprio dal regista e attore in L’uomo senza nome, film western di Sergio Leone. Nel cast del film troviamo anche Charles Hallahan nel ruolo di McGill doppiato nella versione italiana da Luigi Montini. L’attore è nato a Filadelfia nel 1943 morto quando era ancora giovane nel 1997. Si era laureato alla Temple University iniziando a lavorare molto soprattutto in teatro. Il suo debutto al cinema è arrivato nel 1979 con Le ali della notte di Arthur Hiller. In carriera ha lavorato con numerosi autori di livello tra cui James Caan, John Carpenter e John Landis. Anche in tv ha recitato in molti film e serie tv di livello. Tra queste ultime troviamo MASH, Una famiglia americana e molti altri ancora.

Il cavaliere pallido, il film western di Rete 4

Il cavaliere pallido va in onda oggi, venerdì 14 gennaio, a partiredalle ore 16.20 su Rete 4. Si tratta di un film western prodotto negli Stati Uniti d’America nel 1985 dal grande Clint Eastwood, artefice anche della regia. Il film vanta la presenza di grandi professionisti nel comparto tecnico come Joel Cox che cura il montaggio o Lennie Niehaus che ha curato invece le musiche. Nel cast oltre a Clint Eastwood stesso troviamo Michael Moriarty, Carrie Snodgress, Sydney Penny, Richard A. Dysart, Chris Penn e ancora numerosi attori importanti. Il film incassò addirittura 41 milioni di dollari al botteghino, un successo considerando i 7 investiti per la produzione. Si tratta del film western che ha dato i migliori risultati al box office negli anni ottanta.

Il cavaliere pallido, trama del film: alla ricerca di beni preziosi

Il cavaliere pallido è ambientato nel famigerato Far West statunitense, in una zona montuosa e ricca di miniere garanzia di profitti. La ricchezza d’oro della zona inizia ad attirare avventurosi indipendenti pronti ad accingersi alla ricerca di beni preziosi. La situazione non è gradita al proprietario della maggior parte delle miniere, Coy LaHood che cerca in tutti i modi di scacciare gli avventurieri dalla zona, ricorrendo anche alla forza bruta. Dopo l’ennesimo attacco dei suoi scagnozzi presso l’accampamento degli uomini arriva in soccorso di Hull Barret un coraggioso sconosciuto che come ricompensa ottiene la possibilità di soggiornare e stabilirsi nella comunità per offrire il proprio contributo. L’uomo viene considerato da LaHood un vero e proprio problema per i suoi loschi affari, così decide di mandare alla comunità un rozzo gigante per porre fine alle ingerenze degli avventurieri. L’esito è tutt’altro che positivo per il proprietario delle miniere, con il suo scagnozzo costretto a scappare dopo aver avuto la peggio con lo straniero.

Lo spregiudicato Coy non si da per vinto e decide di corrompere lo sceriffo Stockburn e i suoi vice per spazzare via tutti gli ostacoli per le sue aspirazioni. La scintilla scoppia quando lo sceriffo fredda senza pietà un uomo che era riuscito a trovare una preziosa pepita d’oro, generando una vera e propria guerriglia. Lo straniero armato di grande coraggio e forza si sbarazza dei vicesceriffi per poi ritrovarsi pronto ad affrontare faccia a faccia il prepotente Stockburn. Quest’ultimo riconosce l’uomo dopo aver visto le cicatrici sulla sua schiena, pallottole da lui stesso sparate al punto da crederlo morto. Lo scontro tra i due termina dopo poco, con lo straniero che rifila le stesse 6 pallottole all’avversario con la settima diretta alla fronte. Grazie al suo aiuto la comunità è finalmente libera dall’avidità di Coy, nel frattempo ucciso da Hell Barret, e il valoroso straniero lascia così il villaggio in sella al proprio cavallo idolatrato da tutti.

Video, il trailer del film “Il cavaliere pallido”



© RIPRODUZIONE RISERVATA